Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

Il posto di Presidente aggiunto della Corte dei conti è stato istituito con legge 26 febbraio 2004, n. 45.

Il Presidente aggiunto, oltre a svolgere le funzioni di Presidente di una Sezione, coadiuva il Presidente della Corte dei conti e lo sostituisce nei casi di assenza o impedimento. 

E’ membro di diritto del Consiglio di presidenza e, in tale ambito, presiede la Commissione permanente per il monitoraggio della produttività degli uffici magistratuali.

Su delega del Presidente provvede, attraverso l’ufficio del ruolo generale dei giudizi di appello, all’assegnazione alle Sezioni giurisdizionali centrali di appello dei giudizi di impugnazione avverso le decisioni emesse in primo grado dalle Sezioni giurisdizionali regionali.

 

Raffaele Dainelli

Attuale Presidente aggiunto della Corte dei conti

Raffaele Dainelli

Nato il 5 dicembre 1951, Raffaele Dainelli, dopo avere svolto studi classici, consegue presso l’Università degli studi “La Sapienza” di Roma la laurea in giurisprudenza e il diploma di perfezionamento in scienze amministrative.

Nel 1981 entra nei ruoli della magistratura contabile, venendo assegnato all’Ufficio di controllo sugli atti delle Amministrazioni dello Stato aventi sede nel territorio della Regione Trentino-Alto Adige in Trento.

Dal 1983 sino al 2011 ha svolto le funzioni di magistrato istruttore nell’esercizio del controllo preventivo di legittimità sugli atti delle Amministrazioni dello Stato e successivo sulla gestione (Ministero dei lavori pubblici, Ministero del commercio con l’estero, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare).

È stato docente di contabilità generale dello Stato presso la Scuola centrale tributaria del Ministero delle finanze.

Ha fatto parte delle Sezioni riunite in sede di controllo (1998- 2000) e delle Sezioni riunite in sede consultiva (2000). Dal 2016 ne è componente di diritto.

È stato promosso, con decorrenza 1° febbraio 2011, alla qualifica di Presidente di sezione ed assegnato alla Sezione di controllo della Regione Trentino – Alto Adige/Südtirol, sede di Bolzano.

Dal 2016 presiede la Sezione centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle amministrazioni dello Stato.

Da maggio 2019 svolge le funzioni di Presidente preposto al coordinamento dell’Ufficio di controllo sui contratti segretati di cui all’articolo 162, comma 5, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

Con decreto del Presidente della Repubblica del 19 ottobre 2020 è stato nominato Presidente aggiunto della Corte dei conti.

Ha fatto parte di diverse Commissioni di concorso, da ultimo, quale Presidente di commissione di concorso per Referendario della Corte dei conti.

È stato Presidente di organi di revisione contabile di Enti pubblici: dal 2017 al 2020 Presidente del Collegio dei revisori dei conti della Gestione governativa dei servizi pubblici sui laghi Maggiore, di Garda e di Como e dal 2019 a tutt’oggi Presidente del Collegio dei revisori dei conti dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).