Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

Sul portale istituzionale sono reperibili, al fine di favorire la conoscenza della Corte dei conti e delle sue funzioni mediante la comunicazione delle pronunce adottate in sede giurisdizionale e di controllo, i documenti relativi agli ultimi 5 anni di attività.

L’integralità della documentazione prodotta a decorrere dal 2008 può essere ricercata, per esclusive finalità di ricerca e documentazione giuridica, nella Banca dati unificata del Controllo e della Giurisdizione (BDU).

Totale risultati:

Sezione III giurisdizionale centrale di Appello 29/10/2019

Sentenza n. 207/2019

In materia di rendicontazione delle spese dei gruppi consiliari non ha rilevanza la mera “presa d’atto” del rendiconto da parte dell’ufficio di Presidenza poiché, in base alla legge regionale vigente, il controllo non poteva riguardare anche la verifica di inerenza delle spese sostenute. Dal tale momento, infatti, può decorrere il periodo quinquennale di prescrizione dell’azione erariale. Nel caso esaminato in sentenza, la conoscibilità dei fatti in capo alla Procura regionale era ricollegata alla comunicazione della Procura della Repubblica circa l’illiceità delle spese in oggetto.

Leggi di più
Sezione III giurisdizionale centrale di Appello 28/10/2019

Sentenza n. 203/2019

La norma contenuta nell’art. 2935 c.c., secondo cui la prescrizione decorre “dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere”, va riferita alla conoscibilità del danno in capo al danneggiato. In materia di rendicontazione delle spese dei gruppi consiliari occorre distinguere: la presentazione del conto all’ufficio di Presidenza; l’esame da parte della competente Commissione e, infine, la verifica dell’inerenza delle spese sostenute.

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 23/10/2019

Sentenza n. 412/2019

Ai fini della validità della notificazione la residenza effettiva prevale sulla residenza anagrafica, la quale possiede un valore probatorio meramente presuntivo, superabile mediante prova contraria desumibile da qualsiasi fonte di convincimento.

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 19/10/2019

Sentenza n. 408/2019

L’elezione di domicilio costituisce un atto ontologicamente distinto dalla procura alle liti e perciò conserva la sua validità in ogni stato e grado del giudizio a meno che non risulti limitata espressamente, o collegata strettamente ad un dato grado o fase del giudizio stesso...

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 19/09/2019

Sentenza n. 375/2019

Non si ravvisa rapporto di pregiudizialità logico-giuridica che possa giustificare la sospensione del giudizio contabile in pendenza di giudizio penale se i fatti contestati nel primo giudizio siano del tutto differenti da quelli perseguiti in ambito penale.

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 19/09/2019

Sentenza n. 368/2019

La mancata comunicazione all'esercente la professione sanitaria, da parte delle strutture sanitarie e delle imprese di assicurazione, dell'instaurazione di un giudizio promosso nei loro confronti o dell'avvio di trattative stragiudiziali con il danneggiato non determina l’inammissibilità dell’azione di responsabilità amministrativa, se i fatti risultano antecedenti all’entrata in vigore della legge Gelli-Bianco di riforma della responsabilità medica.

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 19/09/2019

Sentenza n. 362/2019

Non sussiste l’obbligo del procuratore regionale di procedere all’audizione personale dell’intimato, ove costui, in luogo di una formale richiesta, abbia solo manifestato una generica disponibilità ad essere ascoltato.

Leggi di più
Sezione giurisdizionale regionale Calabria 06/09/2019

Ordinanza n. 55/2019

Al fine di determinare se la competenza sulla domanda di sequestro conservativo, avanzata dalla procura regionale in pendenza dei termini per l’impugnazione, spetti al presidente della sezione territoriale o al giudice di appello...

Leggi di più
Sezione III giurisdizionale centrale di Appello 03/09/2019

Sentenza n. 163/2019

In materia di espropriazione per pubblica utilità condotta oltre i termini previsti, sussiste il danno erariale c.d. indiretto per il risarcimento dovuto dall’amministrazione al soggetto che ha subito l’indisponibilità del proprio bene per il protrarsi illegittimo della procedura di esproprio. Poiché, in base alla normativa in vigore pro tempore, spettava al Sindaco l’adozione dei provvedimenti espropriativi, non sussiste responsabilità amministrativa dell’assessore ai lavori pubblici in mancanza di un’apposita delega di funzioni.

Leggi di più
Sezione III giurisdizionale centrale di Appello 29/08/2019

Sentenza n. 159/2019

In materia di rimborso spese ai Consiglieri regionali, erogate dal fondo di assistenza alle attività istituzionali, fermo restando il vincolo dell’inerenza con le specifiche finalità pubbliche, non sussiste responsabilità amministrativa motivata dall’assenza di rendicontazione analitica delle spese

Leggi di più