Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

23/01/2023 Roma
Ufficio Affari internazionali

Si è concluso venerdì 20 gennaio, a Roma, nella sede della Corte di conti, il secondo incontro del Gruppo di Lavoro sulla prevenzione e la lotta alle irregolarità e alle frodi, istituito nel 2015 - a presidenza italiana - nell’ambito del Comitato di contatto dei Presidenti delle Istituzioni Superiori di controllo dell’Unione Europea.

Nell’incontro, svoltosi alla presenza del Presidente della Corte dei conti Guido Carlino, il Gruppo di lavoro ha sottolineato l’importanza della fattiva collaborazione tra le Istituzioni Superiori di controllo e le autorità nazionali ed europee, allo scopo di proteggere gli interessi finanziari dell’Unione Europea. E’ stato, inoltre, evidenziato che ciascuna Istituzione Superiore di controllo, anche se in sistemi giuridici diversi e con mandati differenti, ha nei suoi poteri - e, anzi, nei suoi obblighi - il controllo dei progetti finanziati con fondi pubblici nazionali e/o europei.

Attesa la consapevolezza del Gruppo di lavoro di dover adeguare le attività alla più recente regolamentazione europea in materia finanziaria, il Presidente Mauro Orefice ha invitato i membri ad un prossimo incontro per verificare l’aggiornamento dei relativi strumenti di controllo e i risultati in tal senso raggiunti, anche in considerazione dell’attuazione dei piani nazionali di ripresa e resilienza.

Al dibattito hanno partecipato e contribuito, oltre alle Istituzioni Superiori di controllo quali membri del Gruppo di lavoro, il Procuratore Generale della Corte dei conti, Angelo Canale, il Procuratore Generale della Corte di Cassazione, Luigi Salvato, l’Avvocato Generale della Corte di Cassazione, Pasquale Fimiani, il Vice Procuratore Europeo, Danilo Ceccarelli, il Capo Unità dell’Ufficio Europeo Antifrode, Francesco Albore e il Generale della Guardia di Finanza, Danilo Petrucelli, comandante dell’Unità speciale per la spesa pubblica e per la repressione delle frodi comunitarie.

Sono, inoltre, intervenuti il Presidente della Sezione di controllo per gli affari UE e internazionali della Corte dei conti, Giovanni Coppola, i Procuratori regionali della Sardegna, Bruno Domenico Tridico, e delle Marche, Alessandra Pomponio e il sostituto Procuratore Generale presso la Procura Regionale della Basilicata, il dottor Giulio Stolfi.

Galleria fotografica