Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

30/11/2022 Roma
Sezione del Controllo sugli Enti

La Sezione controllo enti della Corte dei conti ha approvato, con Delibera n. 134/2022, la gestione 2021 della Fondazione Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, che ha come obiettivo principale lo studio e la diffusione dell’opera di Leonardo, traendo le risorse economiche per il funzionamento dal contributo ordinario dello Stato e di enti pubblici, da erogazioni liberali, proventi del “cinque per mille” e ricavi museali.

Le attività patrimoniali 2021 sono in peggioramento (dagli 11.994.326 euro del 2020 ai 10.450.977 del 2021), soprattutto per il calo delle immobilizzazioni materiali (-21,5%), di quelle immateriali (-9,4%) e dei crediti dell’attivo circolante (-16,3%). Aumentano i ricavi da biglietteria (85,8%), quelli per partnership (59,9%), per cessione diritti (36,1%), merchandising e prodotti editoriali (101,5%). Aumentano del 59% anche quelli legati al centro congressi.

Il valore della produzione cresce del 4,2%, per i maggiori ricavi (+50,2%) da vendite e prestazioni. Crescono anche i relativi costi, per un importo (451.375 euro) legato all’aumento dei costi per servizi (da 1.830.592 a 2.252.408 euro) e dei costi per il personale (da 4.116.912 a 4.448.510 euro). Il saldo della gestione caratteristica scende del 33,1% sul 2020. Cresce invece del 402,8% il risultato d’esercizio, pari a 32.865 euro. E’ negativo, ma in lieve miglioramento, il saldo 2021 della gestione finanziaria (-18.413 euro contro -20.102 euro del 2020).

Malgrado la pandemia - ha osservato la Corte - le Nuove Gallerie Leonardo, con i modelli delle macchine Leonardiane realizzate sulla base dei disegni originali, sono state valorizzate e rese accessibili con visite online.

Documenti di riferimento