Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

17/01/2022 Bari
Sezione giurisdizionale regionale Puglia

Si segnalano al pubblico e agli operatori delle professioni legali, le Linee guida per la trattazione delle udienze durante il periodo dell'emergenza "Covid-19", ai sensi dell'art. 85, comma 3, lett. d) del decreto legge 17/3/2020, n. 18 convertito, con modificazioni, dalla legge 24/4/2020, n. 27 (adottate con i Decreti presidenziali dell’8 maggio 2020 e 13 gennaio 2022).

Con Decreto presidenziale in data 13/01/2022, le linee guida del giorno 08/05/2020, sono state integrate con le seguenti ulteriori prescrizioni, ai sensi degli artt. 4-quater e 4-quinquies del D.L. 01/04/2021 n. 44, convertito con modificazioni nella legge 28/05/2021 (quali introdotti dall’art. 1 del D.L. 07/01/2022 n. 1), nonché dell’art. 9-sexies del D.L. 22/04/2021, n.52, convertito, con modificazioni, nella L. 17/06/2021 n. 87 e s.m.i.:

1. per le udienze programmate nel periodo dal 15 febbraio 2022 al 15 giugno 2022, il rappresentante del Pubblico Ministero, il valletto d’udienza, gli avvocati, i funzionari delegati a rappresentare le Amministrazioni e i consulenti tecnici ultracinquantenni potranno essere ammessi nell’aula dell’udienza soltanto se provvisti della documentazione (vaccinale, attestante la guarigione da COVID 19 o, comunque giustificativa) di cui all’art. 4-quater del D.L. 1/04/2021 n. 44, convertito con modificazioni nella legge 28/05/2021;
2. identico obbligo è previsto, in caso di età superiore ai 50 anni, per i magistrati giudicanti e per il pubblico, eccezion fatta per le parti del processo e per i testimoni;
3. il possesso della suddetta documentazione sarà accertato dal personale all’uopo individuato dal Dirigente del Servizio Amministrativo Unico regionale;
4. restano ferme le prescrizioni dei soprarichiamati DD.LL. nn. 44/2021, 52/2021 e 1/2022, concernenti i soggetti infracinquantenni, di cui ai precedenti nn.1 e 2.