Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

Sezione Controllo Regione Piemonte 22/11/2021
ASL CN2 - Nell'ambito dell'esame del rendiconto dell'esercizio 2019 della ASL di Cuneo2 è stato accertato il mancato rispetto delle prescrizioni di cui all'art. 25 d.lgs n. 118/2011 ed art. 20 l.r. n. 8/1995 in tema di redazione in perdita del bilancio di previsione con risultato in disavanzo. Sebbene il bilancio di previsione economico non sia autorizzatorio, come per le altre pubbliche amministrazioni, non significa che non possa e non debba essere predisposto in pareggio, con le risorse a conoscenza dell’Azienda al momento della sua predisposizione. L'esistenza di cospicui crediti dell'Azienda nei confronti della Regione, pure in assenza di un piano di recupero degli stessi, non adottato dall'Ente sanitario creditore, rende doveroso l'invito alla Regione ad erogare in tempi brevi le somme dovute alle Aziende in modo da ridurre l’esposizione in bilancio dei crediti, con effetti positivi anche in termini di riduzione dei residui passivi regionali. La presenza a fine esercizio di un elevato fondo cassa è risultato imputabile ad erogazione di fondi di origine regionale effettuata nell'ultima decade dell'anno: di conseguenza, la Regione è stata invitata ad una più tempestiva erogazione delle quote di cassa, al fine di evitare il mancato utilizzo delle stesse da parte delle Aziende”.