Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

Sezione Controllo Regione Veneto 30/12/2019

Comune di Venezia (VE) - Rendiconto 2016 - Pronuncia, ai sensi dell'art. 1 comma 166 e ss. della Legge 23 dicembre 2005 n. 266, che accerta: 1) l’assorbimento dell’intero disavanzo ordinario, in un’unica soluzione, mediante una variazione di bilancio, per la presenza di un margine di competenza all’esito dell’esercizio 2015, accertato nel corso del 2016, a seguito dell’approvazione del relativo rendiconto; 2) la criticità della cassa nell’esercizio 2016, con progressivo miglioramento realizzato in fase di chiusura e negli esercizi successivi; 3) una fragile capacità di realizzazione delle entrate in termini di efficacia ed efficienza nella riscossione e recupero relativamente ai residui attivi; 4) una precaria effettività degli accertamenti, relativi alla lotta all’evasione tributaria e dell’imposta di soggiorno, ove non accompagnati da esiti positivi di riscossione, seppure risulti un tendenziale miglioramento nei procedimenti; 5) il mancato rispetto delle regole contabili che presiedono la contabilità economico-patrimoniale come esplicitato in motivazione; 6) la non corretta valorizzazione del fondo perdite partecipate con riferimento al regime normativo applicabile per la formazione degli accantonamenti. Raccomanda: 1) il rispetto nella tempestività dei pagamenti e l’adozione di misure dirette a fronteggiare eventuali interessi moratori; 2) il monitoraggio e la proattiva coltivazione delle proprie posizioni creditorie verso debitori morosi. Si riserva di verificare nei successivi esercizi gli esiti delle segnalazioni e rilievi riportate nella presente deliberazione e nella deliberazione relativa al rendiconto 2015.