Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

Sezione Controllo Regione Lombardia 15/09/2020

La Corte dei Conti, Sezione regionale di controllo per la regione Lombardia
ACCERTA
a) L’insufficienza del FCDE in quanto, a prescindere dalla natura giuridica delle somme dovute dalla società del casinò al Comune di Campione d’Italia, la conclamata e perdurante situazione di crisi imputabile alla progressiva riduzione dei ricavi della società del Casinò rendeva evidente che la società stessa non fosse più in grado di onorare gli impegni verso il Comune, mentre l’Ente ha continuato ad accertare entrate da proventi da gioco per importi rilevanti senza procedere ad alcun accantonamento prudenziale per scongiurare il rischio del mancato introito.
b) il peggioramento del risultato di amministrazione con l’aumento del disavanzo di amministrazione indicato nel conto consuntivo 2017 per un importo almeno pari a 4.740.000,00 di franchi svizzeri, avendo computato tra i residui attivi l’importo di 4.740.000,00 senza idoneo titolo giuridico a supporto.
c) Il ricorso costante all’anticipazione di tesorerie per importi rilevanti che non sono stati restituiti nel corso dell’esercizio 2017.