Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

27 giugno 2017 – Giudizio di parificazione del Rendiconto generale dello Stato relativo all'esercizio finanziario 2016

Il 27 giugno 2017, alle ore 11,00, presso la Sede centrale di Viale Mazzini 105, nell'Aula delle Sezioni riunite, la Corte dei conti, presieduta dal Presidente Arturo Martucci di Scarfizzi, alla presenza delle più alte cariche istituzionali, ha pronunciato la decisione nel giudizio sul Rendiconto generale dello Stato per l’esercizio finanziario 2016.
Dopo l’intervento introduttivo del Presidente Arturo Martucci di Scarfizzi, la relazione, elaborata dalle Sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei conti, è stata svolta dal Presidente di Sezione Angelo Buscema. E' seguita la requisitoria del Procuratore generale Claudio Galtieri.

Presidente Arturo Martucci di Scarfizzi

Introduzione del Presidente Arturo Martucci di Scarfizzi
Con il giudizio di parificazione del Rendiconto generale dello Stato, che si esprime a consuntivo sulla regolarità della gestione del bilancio statale, si conclude il ciclo dei controlli che, in tale materia, la Costituzione e il Legislatore affidano alla Corte dei conti. Controlli che hanno a riferimento la tutela dell’equilibrio dei conti pubblici, ma con un angolo visuale che si estende fino a ricomprendere il vasto perimetro di tutte le Amministrazioni pubbliche.

Vai al documento (PDF, 849 KB)

Presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite in sede di controllo Angelo Buscema

Relazione in udienza del Presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite in sede di controllo Angelo Buscema
Il giudizio di regolarità del Rendiconto generale dello Stato - nelle due componenti della Decisione in senso proprio e della Relazione – rappresenta il momento conclusivo dei controlli demandati dalla Costituzione e dalla legge alla Corte dei conti e i cui esiti sono istituzionalmente destinati al Parlamento. Esso si inserisce nel circuito integrato dei controlli che comprende, oltre al Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica, le Relazioni quadrimestrali sulle modalità di copertura delle leggi di spesa e le Audizioni rese in Parlamento sui documenti programmatici, sulla legge di bilancio e sui principali interventi con effetti economico-finanziari.

Vai al documento (PDF, 849 KB)

Procuratore generale Claudio Galtieri

Requisitoria orale del Procuratore generale Claudio Galtieri
In questa requisitoria orale eviterò di riproporre dati numerici ampiamente esposti nella relazione delle Sezioni Riunite e in alcuni paragrafi della relazione scritta, che racchiude le riflessioni tematiche svolte dai colleghi della Procura generale. Intendo soffermarmi, piuttosto, su alcuni degli aspetti che appaiono essere tra i più rilevanti della gestione svolta dagli apparati amministrativi dello Stato, fatta oggetto dei riscontri contabili compiuti sulle risultanze finanziarie dell’esercizio 2016.

Vai al documento (PDF, 447 KB)