Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

25 giugno 2015 - Giudizio di parificazione del rendiconto generale dello Stato per l'esercizio finanziario 2014

Il 25 giugno, le Sezioni riunite della Corte dei conti, presiedute dal Presidente Raffaele Squitieri, alla presenza delle più alte cariche istituzionali, hanno pronunciato la decisione nel giudizio sul Rendiconto generale dello Stato per l’esercizio finanziario 2014.
La relazione è stata svolta dal Presidente di sezione Enrica Laterza; è seguita la requisitoria del Procuratore generale Martino Colella.

Presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri

Introduzione del Presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri
Le rilevanti trasformazioni di cui è stato recentemente oggetto il nostro assetto istituzionale e ordinamentale hanno prodotto anche l’estensione ed il rafforzamento dei controlli attribuiti alla Corte dei conti con riguardo all’equilibrio economico finanziario del complesso delle Amministrazioni pubbliche "a tutela dell’unità economica della Repubblica, in riferimento a parametri costituzionali e ai vincoli derivanti dall’appartenenza all’Unione europea"

Vai al documento (PDF, 550 KB)

Presidente di coordinamento delle Sezioni riunite in sede di controllo Enrica Laterza

Relazione in udienza del Presidente di coordinamento delle Sezioni riunite in sede di controllo Enrica Laterza
Il giudizio di parificazione del Rendiconto generale dello Stato e la Relazione che lo accompagna chiudono il ciclo annuale dei controlli affidati dalla Costituzione alla Corte dei conti e trasmettono al Parlamento un esteso lavoro di analisi e di verifica, che ha ad oggetto – da un lato – l’affidabilità, la veridicità e la trasparenza dei conti dello Stato e – dall'altro – la gestione del bilancio da parte delle singole Amministrazioni...

Vai al documento (PDF, 594 KB)

Procuratore generale Martino Colella

Requisitoria in udienza del Procuratore generale Martino Colella
In virtù di apposite disposizioni normative, il Procuratore generale, rappresentante il Pubblico Ministero contabile, partecipa al giudizio di parificazione del rendiconto generale dello Stato, sia esprimendo le proprie motivate conclusioni, in merito alla conformità dei risultati del rendiconto con le leggi di bilancio, che manifestando le proprie valutazioni anche con proposte di modifica dell’ordinamento...

Vai al documento (PDF, 1429 KB)