Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

15-17 Ottobre 2014 - Meeting del Comitato di Contatto dei Presidenti delle Istituzioni Superiori di Controllo dell’UE

Nei giorni 15-17 ottobre 2014 si è tenuto a Lussemburgo il Comitato di Contatto dei Presidenti delle Istituzioni Superiori di Controllo dell’Unione Europea seguito dal Technical Meeting degli Agenti di Collegamento.
Il tema principale del meeting ha riguardato il rafforzamento della cooperazione tra le Istituzioni Superiori di Controllo e la Corte dei conti europea, tenendo conto delle indicazioni contenute nel recente Rapporto del Budgetary Control Committee del Parlamento europeo. In tale contesto, sono stati affrontati specificamente i profili attinenti alle analisi delle politiche pubbliche, alla corruzione, alla supervisione bancaria ed ai progressi della strategia “ Europa 2020”.
Il Presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri, ha presentato un contributo sul tema “ Enhancing cooperation between EU SAIs concerning their assessments in the reports to National Parliaments on the national authorities policies, in the context of the European semester.” che ha raccolto significativi apprezzamenti, nel corso del dibattito e nel documento conclusivo del Comitato di Contatto.
La prospettiva è di realizzare un Expert Network sul tema delle metodologie seguite nell’a nalisi sulle politiche di finanza pubblica presentate da parte delle Istituzioni Superiori di Controllo ai Parlamenti nazionali.
Nel corso del Technical Meeting degli Agenti di Collegamento, sulla scorta dell’esperienza italiana, evidenziata nel recente Seminario di Roma, è stata presentata la proposta della Corte dei conti di creare un gruppo di lavoro con l’obiettivo di mettere a fuoco le criticità nella prevenzione e nel contrasto alle frodi, promuovendo azioni di monitoraggio uniformi nei diversi Stati membri e formulando proposte migliorative anche sul fronte della disciplina europea.
Tale proposta sarà oggetto di approvazione formale nel prossimo Comitato di Contatto di Riga.
La Corte dei conti, che presiede il Core Group 1 del VAT Working Group, ha confermato il nuovo mandato che ha per oggetto l’analisi dell’implementazione del “Reverse Charge Mechanism” e l'organizzazione del prossimo meeting che si terrà a Roma il 10 e l’11 novembre prossimi.