Corte dei conti Corte dei conti Corte dei conti

in Vetrina

Stampa del documento Stampa del documento

22 febbraio 2011 - Corte dei conti - Aula Sezioni Riunite - Inaugurazione anno giudiziario 2011

 

Alle ore 11,00, nell’aula delle sezioni riunite alla presenza del Presidente della Repubblica e delle massime autorità istituzionali si è aperto oggi l’anno giudiziario della Corte dei conti.
Nella sua relazione orale il Presidente Luigi Giampaolino ha sottolineato l’importanza che la Corte dei conti è venuta ad assumere nell’attuale momento storico in relazione a due compiti fondamentali collegati all’attuazione del federalismo:  quello di garante dell’equilibrio economico/finanziario in vista dell’unità economica della Repubblica e quello di controllore degli enti territoriali.
Quanto al primo, trattasi di compito reso molto difficile in relazione alla mutevolezza e novità degli scenari, che chiama in causa la Corte organo terzo e neutrale nella sua funzione ausiliaria al Parlamento.
In detta veste la Corte nel corso del 2010 ha reso importanti audizioni come quella in tema di federalismo demaniale, di finanza locale,  nonché sullo schema iniziale del nuovo sistema di trasferimenti ai comuni,  ed altresì  espresso più volte il proprio parere sull'impianto complessivo della manovra e sulla problematica della prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nell’amministrazione ed è in procinto di essere ascoltata sul fisco regionale e problematiche ad esso connesse quali tema dei lep (livelli essenziali delle prestazioni sociali).
L’importanza della funzione ausiliaria e di referto alle camere svolta da organo terzo ed imparziale è stata sottolineata dal Presidente nel suo intervento anche in relazione ai più importati referti inviati al parlamento nel corso del 2010, sul coordinamento della finanza pubblica, sul costo del lavoro, sulle leggi di spesa, sugli enti e società pubbliche, sulla finanza locale  e regionale.
Fondamentale (sempre in relazione all’attuazione del federalismo) è anche il secondo compito svolto dalla Corte  che è quello di assicurare la sana gestione finanziaria degli enti locali. La Corte attraverso la sua vasta e ramificata presenza sul territorio controlla la regolarità contabile e finanziaria dei bilanci degli enti locali, territoriali, ASL, consulenze  incarichi di studio e ricerca, approva le linee guida per i revisori, approva delibere di carattere generale (quale quella sulle società partecipate ) effettua monitoraggi sull’utilizzazione di strumenti finanziari, verifica l'attendibilità delle certificazioni ICI, svolge attività consultiva  nelle materie di contabilità pubblica.
Anche la tradizionale funzione di controllo preventivo di legittimità ha avuto nel 2010 un notevole peso avendo la Corte esaminato, un numero enorme di atti amministrativi, aventi ad oggetto un novero amplissimo di fattispecie (regolamenti, provvedimenti del CIPE, ordinanze di necessità e urgenza, atti in tema di personale pubblico, di attività contrattuale nonché decreti pensionistici). Analogamente l’attività di controllo sulla gestione è stata rafforzata nella sua efficacia dalla ricognizione completa delle pronunce intervenute nel corso dell’anno nei confronti delle amministrazioni controllate.
Momento di chiusura del sistema è poi la funzione giurisdizionale che nell’accertare le responsabilità dei singoli non deve tradursi però una funzione suppletiva della responsabilità disciplinare e dirigenziale.
Anche questa attività ha dato prova di grande efficacia nel corso dell’anno, quale strumento di contrasto ai fenomeni di mal’amministrazione.
Per adempiere al meglio alle sue funzioni la Corte ha però bisogno di adeguata copertura degli organici del personale di magistratura e amministrativo anche attraverso concorsi riservati ad esperti nelle materie economiche. E’ questa la conclusione del discorso del Presidente che ha ricordato come la Corte, nata 150 anni fa è ancora viva e vitale e capace di svolgere un adeguato servizio in favore dei cittadini.

 

E' possibile fruire del filmato audio-video della cerimonia al seguente link: http://streaming.corteconti.it/annogiudiziario2011