Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Comunicato stampa del 17 luglio 2018 - Sezione delle autonomie

Analisi del sistema dei controlli interni degli enti locali – Anni 2015 - 2016

La Corte dei conti – Sezione delle autonomie – con il referto su “I controlli interni degli Enti locali”, fa il punto sul percorso di attuazione del sistema dei controlli interni degli Enti locali tenuti alla relazione annuale da adottare sulla base delle Linee guida previste dall’art. 148 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (TUEL).

Dagli esiti del monitoraggio emerge un quadro dei controlli in rapida evoluzione, la cui applicazione mostra talune difficoltà operative in uno con riscontrate resistenze “culturali”. In particolare si rilevano diffusi ritardi d’attuazione nei controlli sulla qualità dei servizi e scarsa attenzione per il controllo strategico e per quello sulle partecipate, benché entrambi risultino migliorati.

Modelli attuativi eterogenei si evidenziano, invece, nei controlli sugli equilibri finanziari, per il quale solo un terzo degli Enti monitorati dimostra di aver istituito un effettivo sistema di controlli. Per contro, si registra la pressoché totale attivazione dei controlli di regolarità amministrativa e contabile, nonché dei controlli di gestione. In crescita la tendenza dei dirigenti a non assumere le opportune azioni correttive individuate dai report del controllo di gestione o dalle risultanze dei controlli successivi di regolarità amministrativa.

Nonostante le riscontrate difficoltà, appare innegabile il miglior funzionamento del sistema rispetto agli anni precedenti. L’analisi dello “stato dell’arte” offre, comunque, l’occasione per ribadire come il buon funzionamento dei controlli interni costituisca una priorità per la sana gestione dell’Ente, “una sorta di postazione privilegiata che permette di osservare, valutare e correggere le attività controllate, indirizzandole al risultato più efficace”.

Corte dei conti
Ufficio stampa