Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Comunicato stampa del 24 aprile 2018 - Sezione controllo Enti

Relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria di ENI S.p.A. per l’esercizio 2016.

Nel 2016, in linea con l’anno precedente, i risultati di Eni sono stati realizzati in uno scenario caratterizzato dalla debolezza del prezzo di riferimento del Brent nella prima parte dell’a nno, a causa dell’eccesso di offerta, anche se, nel secondo semestre del 2016, il mercato petrolifero ha registrato un’inversione di tendenza, che si è andata consolidando in particolare nel quarto trimestre con prezzi in aumento rispetto al 2015.
La strategia di risposta del management, in continuità con quella del periodo precedente, è stata quella di proseguire nel processo di trasformazione aziendale e di razionalizzazione degli investimenti verso progetti ad elevato valore, con ritorni accelerati ed interventi di riduzione dei costi.
Per i profili gestori per l’esercizio 2016, rileva l’utile netto di Eni spa di 4.521 ml, in aumento di 2.338 ml rispetto al 2015 (2.183 ml), relativo a continuing operations per 4.166 ml ed a discontinued operations per 355 ml.
Il patrimonio netto si è attestato a 41.935 ml, in aumento del 9 per cento rispetto al 2015 anno in cui si sostanziava in 38.570 ml.
Il Gruppo Eni ha conseguito una perdita netta di 1.457 ml, in diminuzione di 7.916 ml rispetto a quella del 2015 (9.373 ml), relativa a continuing operations per 1.044 ml ed a discontinued operations per 413 ml.
Il risultato è riferibile in massima parte alla difficoltà strutturale del mercato petrolifero che ha eroso la redditività operativa e il valore degli asset di Eni.
Il patrimonio netto di Gruppo, comprese le interessenze di terzi (53.086 ml), è diminuito di 4.323 ml per effetto della perdita di conto economico di 1.457 ml, del deconsolidamento delle interessenze di terzi di Saipem (1.872 ml) nonché della distribuzione di dividendi per 2.885 ml.
 

Corte dei conti
Ufficio stampa