Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Comunicato stampa n. 7 del 1 febbraio 2019

Protocollo d'intesa tra la Corte dei conti e l'Istituto nazionale di statistica per la collaborazione e l'interscambio di informazioni finalizzati all'attività statistica e di ricerca scientifica

Il 31 gennaio 2019 è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa tra il Presidente della Corte dei conti dott. Angelo Buscema e il Presidente f.f. dell’ISTAT, Prof. Maurizio Franzini, avente ad oggetto la collaborazione e l'interscambio di informazioni finalizzati all'attività statistica e di ricerca scientifica.
L’accordo consolida ed estende forme di collaborazione che, da lungo tempo, vedono i due istituti impegnati, congiuntamente, nell’analisi dell’andamento della situazione economico-finanziaria e delle procedure di valutazione della qualità dei dati statistici e dei conti pubblici.
Nel dettaglio, con il Protocollo la Corte dei conti e l'ISTAT, nell'ambito delle rispettive competenze tecniche e istituzionali, rafforzano la collaborazione finalizzata al collegamento dei propri sistemi informativi per lo scambio automatizzato delle informazioni contenute negli archivi e si impegnano a realizzare progetti di ricerca riguardanti problematiche di comune interesse.
Gli obiettivi assegnati al nuovo accordo assumono un rilievo fondamentale in un contesto, come quello attuale, segnato dai riflessi dell’emergenza finanziaria e dall’esigenza di offrire, anche in sede europea, solidi elementi per le verifiche sull’attendibilità e la veridicità dei conti delle amministrazioni pubbliche.
La crescente attenzione alla qualità dei dati e all’adeguatezza dei sistemi informativi ha, infatti, indotto le Autorità europee a richiedere un maggior coinvolgimento degli organismi nazionali di controllo nella verifica della rispondenza alla normativa contabile dei documenti di bilancio delle pubbliche amministrazioni.


Corte dei conti
Ufficio stampa