Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Novità Giurisprudenziali

Si segnalano le seguenti sentenze:
Ordinanza n. 1 del 15 febbraio 2017 - Sezione giurisdizionale per la regione Umbria - Azioni atipiche nel processo contabile - decreti ingiuntivi nel giudizio pensionistico (PDF,9.26MB) Ordinanza n. 1 del 15 febbraio 2017 - Sezione giurisdizionale per la regione Umbria - Azioni atipiche nel processo contabile - decreti ingiuntivi nel giudizio pensionistico (PDF,9.26MB) in Nuova Finestra
Il Presidente f.f. della Sezione Umbria ha rimesso alle Sezioni riunite tre questioni di massima di particolare importanza:
“se, giusta combinato disposto degli art. 1, comma 2, 2, 3, 4 e 7, comma 2, c.g.c., sia ammissibile esperire il ricorso per decreto ingiuntivo nell’ambito dei giudizi pensionistici di competenza della Corte dei conti”;
“se, ove le Ecc.me Sezioni riunite dovessero ritenere il rimedio ammissibile, possano applicarsi le norme di cui all’art. 633 e ss. c.p.c.nei limiti della compatibilità con il rito pensionistico disciplinato dal Codice di giustizia contabile”;
“se, ove le Ecc.me Sezioni riunite dovessero decidere per l’inammissibilità del ricorso per decreto ingiuntivo nell’ambito dei giudizi pensionistici, la declaratoria di inammissibilità consenta al ricorrente di riproporre il ricorso nelle forme ordinarie secondo i principi generali del Codice di procedura civile posti dall’art. 640 c.p.c. e dalla menzionata giurisprudenza consolidata della Corte di cassazione”.
Ha altresì sottomesso le questioni di massima indicate alle valutazioni del Presidente della Corte dei conti ai fini dell'esercizio dei poteri di cui agli art. 11 e 114 c.g.c.
Sentenza n. 42/2016 del 22 dicembre 2016 - Sezione giurisdizionale per il Trentino Alto Adige - Bolzano (PDF,116KB) Sentenza n. 42/2016 del 22 dicembre 2016 - Sezione giurisdizionale per il Trentino Alto Adige - Bolzano (PDF,116KB) in Nuova Finestra
In Tema di autorizzazioni al prelievo di esemplari di specie faunistiche protette, con conseguente asserito danno al patrimonio indisponibile.
7 marzo 2016 - Ordinanza n. 63/2016 - Sezione giurisdizionale Campania (PDF,497KB) 7 marzo 2016 - Ordinanza n. 63/2016 - Sezione giurisdizionale Campania (PDF,497KB) in Nuova Finestra
La Sezione - in composizione monocratica - ha dichiarato l'improcedibilità per difetto assoluto di giurisdizione di un ricorso ex art. 700 c.p.c. finalizzato all'adozione di ordini giurisdizionali ingiuntivi con funzione preventiva e propulsiva dell'azione amministrativa, fissando il seguente principio di diritto: “E' improponibile per difetto assolto di giurisdizione e conseguentemente deve escludersi che rientri nella giurisdizione della Corte dei conti un'istanza cautelare ex art. 700 c.p.c. finalizzata all'adozione di provvedimenti d'urgenza atipici ed innominati, sostanzialmente ingiuntivi, propulsivi, preventivi ed anticipatori rispetto alla produzione di pretesi danni erariali futuri, eventuali o ipotetici, nell'ambito di un giudizio ante causam "a parte sostanzialmente unica", che abbiano quale destinataria la Pubblica amministrazione, nel cui interesse peraltro agisce la Procura regionale, in relazione all'esercizio di ogni tipologia di potere pubblico (discrezionale puro, tecnico discrezionale o vincolato) o di attività privatistica o gestionale, specie se l'Amministrazione debba contemperare gli interessi finanziari alla riduzione della spesa pubblica con altre situazioni soggettive costituzionalmente, comunitariamente e convenzionalmente rilevanti (quale quelle a tutela della salute pubblica, della persona e della dignità umana)”.
Ordinanza n. 27/2015 dell'11 febbraio 2015 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,1.36MB) Ordinanza n. 27/2015 dell'11 febbraio 2015 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,1.36MB) in Nuova Finestra
Afferente al ricorso pensionistico n. 20392. (richiesta di corresponsione del trattamento pensionistico senza assoggettamento al contributo di solidarietà. ESITO - RIMESSIONE ALLA CORTE COSTITUZIONALE).
Sentenza n. 9 del 13 dicembre 2013 - Sezioni Riunite in sede giurisdizionale in speciale Composizione (PDF,159KB) Sentenza n. 9 del 13 dicembre 2013 - Sezioni Riunite in sede giurisdizionale in speciale Composizione (PDF,159KB) in Nuova Finestra
Sentenza di rigetto del ricorso proposto dal Comune di Porto Azzurro (LI), in applicazione dell’art. 243-quater del d.lgs. n. 267/2000, introdotto dall’art. 3 del d.l. n. 174/2012, convertito, con modificazioni, dalla l. n. 213/2012, avverso la deliberazione della Sezione di controllo per la Regione Toscana che ha negato l’approvazione del piano di riequilibrio.
Sentenza n. 61/2013 del 9 maggio 2013 – Sezione giurisdizionale per la Basilicata (PDF,76KB) Sentenza n. 61/2013 del 9 maggio 2013 – Sezione giurisdizionale per la Basilicata (PDF,76KB) in Nuova Finestra
Sollecitata dall’eccezione difensiva al riguardo, la sentenza afferma che il fatto che l’Amministrazione danneggiata si sia già munita di un titolo esecutivo per il recupero nei confronti di uno dei convenuti in giudizio del danno reclamato dall’attore pubblico con la citazione all’esame, non esclude il perdurare dell’interesse ad agire (art. 100 c.p.c.) della Procura contabile sino a quando il credito erariale non sia completamente soddisfatto. Dopo aver respinto la richiesta di sospensione del giudizio ai sensi dell’art. 295 c.p.c. e l’eccezione di prescrizione, la sentenza ha condannato la persona giuridica e l’amministratore della stessa a risarcire, in solido, il danno provocato all’erario per aver indebitamente percepito e distolto dallo scopo a cui era diretto un contributo erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge n. 488/92, recante norme per l’agevolazione delle attività produttive.
Sentenza n. 166/2013 dell'11 febbraio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,351KB) Sentenza n. 166/2013 dell'11 febbraio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,351KB) in Nuova Finestra
Che in tema di illeciti finanziamenti comunitari ha individuato quale dies a quo della prescrizione il momento della scoperta da parte della P.A.
Sentenza n. 143/2013 del 7 febbraio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,385KB) Sentenza n. 143/2013 del 7 febbraio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,385KB) in Nuova Finestra
Ha riconosciuto la legittimazione passiva in via principale della società, legata alla P.A. da rapporto di servizio, a fronte di illecito degli amministratori
Sentenza n. 98/2013 del 29 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,956KB) Sentenza n. 98/2013 del 29 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,956KB) in Nuova Finestra
Ha riconosciuto la giurisdizione della Cdc in tema di responsabilità erariale nei confronti di un consulente esterno alla P.A.
Sentenza n. 81/2013 del 28 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,81KB) Sentenza n. 81/2013 del 28 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,81KB) in Nuova Finestra
Che ha individuato quale dies a quo della riassunzione del giudizio il momento della conoscenza della cessazione della causa di sospensione ed ammette la revoca della sospensione facoltativa
Sentenza/Ordinanza n. 62/2013 del 25 gennaio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,42KB) Sentenza/Ordinanza n. 62/2013 del 25 gennaio 2013 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,42KB) in Nuova Finestra
Che ha riconosciuto l'improcedibilità dell'atto di citazione per danno all'immagine notificato anteriormente all'entrata in vigore dell'art. 17, co. 30 ter, d.l. 78/09
Ordinanza n. 20/2013 del 25 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,23KB) Ordinanza n. 20/2013 del 25 gennaio 2013 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,23KB) in Nuova Finestra
Ha ritenuto inammissibile l'istanza di ricusazione di un componente del Collegio presentata in sede di correzione di errore materiale
Sentenza n. 1222/2012 del 31 dicembre 2012 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,15KB) Sentenza n. 1222/2012 del 31 dicembre 2012 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,15KB) in Nuova Finestra
Ha ribadito il divieto di cumulo di pensione e retribuzione in caso di incarichi in derivazione e continuazione di quello svolto, e che ha escluso la ripetibilità dell’indebito in presenza di elementi oggettivi e soggettivi caratterizzanti la buona fede del percettore
Sentenza n. 1106/2012 del 9 novembre 2012 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,19KB) Sentenza n. 1106/2012 del 9 novembre 2012 – Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,19KB) in Nuova Finestra
Che ha escluso nella valutazione dei servizi ai fini Inpdap la contribuzione, relativa a servizio pregresso, effettuata presso l’Enpals
Sentenza n. 366 del 12 dicembre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,154KB) Sentenza n. 366 del 12 dicembre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,154KB) in Nuova Finestra
Per ravvisarsi una ipotesi di "occultamento doloso" del danno è necessario una attività fraudolenta diretta ad occultare il danno. Sussiste la giurisdizione contabile nelle fattispecie di svolgimento di attività intramuraria (anche allargata) e extraistituzionale, entrambe in assenza di autorizzazione. Il principio di unicità del rapporto di lavoro con il SSN non esclude l’attività libero-professionale intramuraria, preciso ed inalienabile diritto, riconosciuto a tutto il personale medico con rapporto esclusivo. I volumi inferiori a quelli assicurati con l’attività istituzionale, la riduzione delle liste di attesa, il pagamento diretto dell’utenza su bollettari forniti dall’Azienda, il riversamento sugli stipendi degli introiti percepiti dall’ASP (copie bonifici bancari con causale attività intramuraria), sono tutti elementi dai quali è possibile desumere il convincimento circa la correttezza dell’operato del dirigente nello svolgimento dell’attività intramuraria. Gli incarichi extraistituzionali ex art. 53 d. lgs. 165/2001 (consulente scientifico/relatore/docente) rientrano tra quelli assoggettati alla sola "comunicazione" all’ASP di appartenenza, la cui omissione può costituire al più una mera irregolarità amministrativa non sufficiente a supportare l’azione risarcitoria per danno erariale, essendo acclarato che tali incarichi (natura, contenuto, frequenza, compenso ricevuto, tempi) non possono costituire oggettivamente attività autonoma professionale con carattere continuativo.
Sentenza n. 787 del 30 novembre 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,74KB) Sentenza n. 787 del 30 novembre 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,74KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità, la Sezione Terza giurisdizionale centrale d'appello definitivamente pronunciando, disattesa ogni contraria istanza, deduzione ed eccezione, respinge, nei termini di cui in motivazione, l'appello in epigrafe avverso la gravata ordinanza della Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio n. 264/2010 depositata il 19 maggio 2010.
Sentenza n. 332 del 14 novembre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,66KB) Sentenza n. 332 del 14 novembre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,66KB) in Nuova Finestra
Le attività di consulenza tecnica nulla hanno a che vedere con l’attività intramoenia allargata, rimanendo attratte nella c.d. attività libero professionale, soggetta al relativo regime fiscale e preclusa per definizione ai medici che optano per il regime di esclusiva. L'apertura da parte di un medico in regime di esclusiva di una partita IVA per poter svolgere – evidentemente in maniera continuativa – l’attività di consulente tecnico, laddove ove la relativa attività non necessita di tale adempimento fiscale ove svolta in maniera saltuaria, rappresenta una lesione del principio di esclusività. se le attività di consulenza medica giudiziale vanno assoggettate al regime IVA, esse non possono che rientrare nelle attività libero-professionali c.d. pure e, come tali, inibite ai medici pubblici dipendenti, fatti salvi i casi in cui vengano fatturate direttamente dall'azienda sanitaria di appartenenza del medico che sia stato preventivamente autorizzato a svolgerle.
Sentenza n. 707 del 5 novembre 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,151KB) Sentenza n. 707 del 5 novembre 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,151KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità, la Sezione Terza giurisdizionale centrale d'appello respinge nel merito l'appello, avverso la sentenza n. 15/2010 della Sezione regionale per la Marche depositata il 3 febbraio 2010.
Sentenza n. 293 del 22 ottobre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,611KB) Sentenza n. 293 del 22 ottobre 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,611KB) in Nuova Finestra
Le disposizioni legislative statali e regionali in materia di stabilizzazioni di personale precario non prescindono dai principi fondamentali relativi all'obbligo di programmazione preventiva della relativa spesa nonché all'obbligo di riduzione della spesa di personale su base annuale. Nelle regioni sottoposte a piani di rientro nella sanità le stabilizzazioni del personale precario dipendente dal servizio sanitario regionale rimangono subordinate agli obblighi di riduzione tendenziale della spesa corrente di personale. La violazione di tali principi comporta responsabilità per danno erariale del management delle A.S. che ha disposto le stabilizzazioni illegittime.
Sentenza n. 240 del 20 agosto 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,58KB) Sentenza n. 240 del 20 agosto 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,58KB) in Nuova Finestra
Il conferimento di incarichi all’esterno è consentito alla pubblica amministrazione solo allorquando nell’ambito della dotazione organica non sia possibile reperire personale competente ad affrontare problematiche di particolare complessità od urgenza. Con riferimento poi ai contratti di collaborazione coordinata e continuativa, è richiesto un ulteriore requisito fondamentale e cioè la eccezionalità e temporaneità della situazione cui far fronte. Il Collegio ha pertanto dichiarato l’illegittimità di un incarico di co.co.co. affidato per assolvere all’esigenza di fornire un sostegno di carattere gestionale e manageriale al costituendo Ufficio Relazioni Sindacali. Così come ha dichiarato illegittimo il ricorso all’art. 1, comma 1203 della l. 296//2006, per la trasformazione dell’incarico di co.co.co in rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, in quanto detta disposizione attiene al procedimento di stabilizzazione nel settore privato.
Sentenza n. 237 del 20 agosto 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,51KB) Sentenza n. 237 del 20 agosto 2012 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,51KB) in Nuova Finestra
Deve essere dichiarata la giurisdizione della Corte dei conti nella controversia instaurata da un Comune nei confronti della società affidataria del servizio di accertamento e riscossione dei tributi Ici e Tarsu, nonché nei confronti delle società subentranti cessionarie del ramo di riscossione, avente ad oggetto la condanna alla restituzione delle imposte riscosse e non versate o di quelle non riscosse afferenti al servizio affidato. Tale controversia, infatti, attiene alla verifica dei rapporti di dare-avere tra agente della riscossione ed ente impositore. Il Collegio ha dichiarato ammissibile il ricorso, seppure proposto direttamente dall’ente comunale e non dal Procuratore Regionale, in ragione dell’art. 58 del R.D. 1038/1933. Così come ha escluso l’efficacia della clausola compromissoria apposta nella convenzione stipulata tra il comune e l’agente della riscossione in considerazione del fatto che i tributi sono entrate pubbliche destinate a fornire i mezzi economici necessari all’ente per il raggiungimento delle finalità pubblicistiche e quindi sono riscosse nell’interesse generale di tutti i cittadini con un vincolo di destinazione sin dall’origine.
Sentenza n. 184 del 3 luglio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,18KB) Sentenza n. 184 del 3 luglio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,18KB) in Nuova Finestra
Non sussiste la giurisdizione contabile per il danno subito direttamente dalle Poste Italiane Spa che abbiano dovuto rimborsare un ente di previdenza di importi pensionistici di cui si era appropriata una propria dipendente nell’esercizio delle sue funzioni di operatore di sportello. Militano a favore di tale conclusione: la qualità di società per azioni dotata di autonomia patrimoniale da cui deriva l’integrale applicazione delle norme contenute nel codice civile e la necessità di distinguere la posizione della società legata da un rapporto di servizio con la pubblica amministrazione da quella dei propri amministratori e dipendenti cui questo rapporto non è riferibile mentre non rileva la qualità di “organismo pubblico” considerato che essa è prevista nella disciplina comunitaria solo in materia di procedure ad evidenza pubblica per l’aggiudicazione degli appalti.
Sentenza n. 364/2012 del 18 maggio 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,213KB) Sentenza n. 364/2012 del 18 maggio 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,213KB) in Nuova Finestra
Comune di Ceprano. In tema di danno patrimoniale. Operazione di finanza derivata. Responsabilità amministrativa. Reiezione dell’Appello.
Decreto n. 8/2012 del 18 maggio 2012 – Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,23KB) Decreto n. 8/2012 del 18 maggio 2012 – Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,23KB) in Nuova Finestra
In tema di definizione agevolata qualora i danni si siano verificati entro e dopo il 31 dicembre 2005
Sentenza n. 1337/2012 del 24 aprile 2012 – Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,75KB) Sentenza n. 1337/2012 del 24 aprile 2012 – Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,75KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità, tra l'altro, del responsabile del Servizio ragioneria comunale per il parere di regolarità contabile su una spesa non istituzionale, equiparando il concetto di regolarità contabile alla legittimità della spesa, secondo quanto previsto dal principio di Contabilità pubblica contenuto nell'art.20 T.U. Corte dei conti. Nonché, di responsabilità per avere attestato falsamente la copertura finanziaria nella qualità di responsabile del servizio finanziario su un capitolo di spesa non pertinente, in violazione del principio contabile di specificazione della spesa previsto nell'art. 20 citato, con conseguente nullità del provvedimento di spesa.
Sentenza n. 228/2012 del 14 marzo 2012- Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,123KB) Sentenza n. 228/2012 del 14 marzo 2012- Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,123KB) in Nuova Finestra
In tema di danno all'immagine della P.A. (Ministero dell'Economia e delle Finanze) derivante da atti illegittimi (episodi corruttivi per "tangenti") posti in essere da amministratori e dipendenti di società partecipata in occasione della gestione di gare e contratti presso le società di appartenenza (ENI S.p.A. e società controllate facenti parte dello stesso Gruppo) - Riforma in peius la sentenza n. 414/2007 della Sezione Lombardia
Sentenza n. 786/2012 dell'8 marzo 2012 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,212KB) Sentenza n. 786/2012 dell'8 marzo 2012 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,212KB) in Nuova Finestra
In materia di responsabilità sui diritti di rogito dei segretari e vicesegretari comunali, secondo le norme della contrattazione collettiva
Sentenza n. 653/2011 del 27 febbraio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,110KB) Sentenza n. 653/2011 del 27 febbraio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,110KB) in Nuova Finestra
Giurisdizione della Corte dei conti - in tema di ingiunzione , ex R.D. n. 639/1910, emessa dall'AGEA per recupero di finanziamenti comunitari concessi in violazione della legge n. 575/1965 - improcedibilità della domanda per carenza dell'interesse processuale ex art. 100 c.pc.
Ordinanza n. 5/2012 del 13 febbraio 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,273KB) Ordinanza n. 5/2012 del 13 febbraio 2012 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,273KB) in Nuova Finestra
In tema di rimessione alla Corte Costituzionale per rilevante e non manifestamente infondata questione di legittimità costituzionale dell'art. 204 del T.U. approvato con d.P.R. 29 dicembre 1973, n. 1092, per contrasto con gli artt. 3, 36, primo comma, 38, secondo comma e 97 della Costituzione
Sentenza n. 5/2012 del 26 gennaio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,294KB) Sentenza n. 5/2012 del 26 gennaio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,294KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità amministrativa e contabile, la deliberazione comunale che dispone il non pagamento dei mutui in ammortamento non esenta il tesoriere sia dall’obbligo di pagare le relative rate sia dalla connessa responsabilità. L’assoluzione in sede penale dal reato di appropriazione indebita non comporta l’automatica applicazione della pregiudiziale di cui all’art. 652 c.p.p. e conseguentemente non esclude che il tesoriere possa essere giudicato responsabile del relativo ammanco. Il fallimento dell’agente contabile non comporta l’improcedibilità dell’azione di responsabilità a suo carico ed anzi legittima la chiamata in giudizio del curatore, nei confronti del quale l’eventuale condanna potrà essere eseguita ma solo nell’ambito della procedura concorsuale e solo ai fini dell’ammissione al passivo nel rispetto della par condicio
Sentenza n. 3/2012 del 25 gennaio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,56KB) Sentenza n. 3/2012 del 25 gennaio 2012 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,56KB) in Nuova Finestra
Non è configurabile a carico di un direttore generale di un' ASL la responsabilità per non aver provveduto alla riduzione della spesa relativa all'accquisto di prestazioni di ricovero da strutture pubbliche, in tal modo causando un danno consistente nello sforamento del tetto massimo di spesa, ove solo tardivamente la Regione abbia provveduto a fissare i predetti limiti di spesa elevando, rispetto all'anno precedente, quello relativo all'acquisto da strutture private e tenuto ,altresì, conto della necessaria garanzia dell'accesso ai L.E.A. in regime di libera scelta della struttura di ricovero e della rigidità della spesa relativa al settore pubblico
Sentenza n. 184/2011 del 16 dicembre 2011 - Sezione giurisdizionale per l’Umbria (PDF,222KB) Sentenza n. 184/2011 del 16 dicembre 2011 - Sezione giurisdizionale per l’Umbria (PDF,222KB) in Nuova Finestra
In tema di dichiarazione di nullità contabile di delibere comunali (Consiglio comunale di Perugia) di autorizzazione di spese non d’investimento finanziate con entrate provenienti da indebitamento (emissione di BOC) e con obbligo, per l’Ente, di ricostruire virtualmente i rendiconti consuntivi degli anni interessati dalle spese relative e, con, imputazione delle stesse ad altre entrate o ad avanzo di amministrazione (Conferma in parte la sentenza n. 127/2008 della Sezione Umbria)
Decreto n. 10/2011 del 7 dicembre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,30KB) Decreto n. 10/2011 del 7 dicembre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,30KB) in Nuova Finestra
In tema di istanza di “definizione agevolata” di cui all’art.1 (commi 231, 232 e 233) della legge 23 dicembre 2005, n. 266 nell’ambito del procedimento in materia di responsabilità amministrativa
Sentenza n. 618/2011 del 28 novembre 2011 - Sezione Giurisdizionale per la Calabria (PDF,121KB) Sentenza n. 618/2011 del 28 novembre 2011 - Sezione Giurisdizionale per la Calabria (PDF,121KB) in Nuova Finestra
In tema di risarcimento dei danni derivati da inadempimento di convenzione di esattoria incombe esclusivamente alla parte attrice l’onere della prova sia in ordine al dedotto nesso di causalità tra preteso inadempimento e il danno, sia in ordine alla quantificazione del pregiudizio lamentato. Va pertanto disattesa la richiesta di “accertamento tecnico contabile” essendo escluso nei giudizi di natura prevalentemente impositiva, inquadrabili nell’art.58 del regolamento di procedura n.1038/1933, il potere sindacatorio del giudice contabile tale da consentire al giudice stesso la ricerca autonoma della prova per l’asseverazione della pretesa dell’attore
Sentenza n. 169/2011 del 28 novembre 2011 - Sezione giurisdizionale per il Molise (PDF,148KB) Sentenza n. 169/2011 del 28 novembre 2011 - Sezione giurisdizionale per il Molise (PDF,148KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità contabile del notaio che omette di versare all'Erario gli importi ricevuti dalle parti a titolo di tributo
Sentenza n. 615/2011 del 24 novembre 2011 - Sezione Giurisdizionale per la Calabria (PDF,72KB) Sentenza n. 615/2011 del 24 novembre 2011 - Sezione Giurisdizionale per la Calabria (PDF,72KB) in Nuova Finestra
In tema di risarcimento dei danni derivati dalla distrazione di somme trasferite dallo Stato al comune di Isola Capo Rizzuto e destinate all’erogazione del c.d. “reddito minimo di inserimento” (RMI), in favore di categorie sociali disagiate introdotto con la legge n. 449/1997 e disciplinato con il d. lgs. 237/1998. Non può esservi danno erariale, prima del momento ultimo entro il quale le somme potevano essere utilmente impegnate e pagate. Ne discende che se l’utilizzazione delle somme vincolate è estesa a più esercizi finanziari e di bilancio, solo con il momento della chiusura della gestione dell’intero stanziamento di bilancio può verificarsi un danno all’erario. L’adozione di decreti interministeriali – ripetutesi nel corso degli ultimi anni – esclude però che sia maturato un dovere giuridico di restituzione delle somme inutilizzate da parte dei comuni entro la fine del 2007, atteso che il relativo obbligo, previsto dall’art.1, comma 1285 della legge 296/2006, è privo di termine essenziale e, dunque, può essere assolto dagli enti almeno a tutto il 2011. L’approvazione del piano di rientro concordato dal comune con il Ministero del lavoro, salute e politiche sociali già nel gennaio 2011, rappresenta la prova dell’avvenuto obbligo di restituzione delle somme residuate dalla gestione del RMI. Non esiste danno derivante delle procedure amministrative autorizzatorie relative all’anticipazione di cassa, in quanto l’art. 195 del T.U.E.L. esclude tanto che le anticipazioni di cassa non possano essere erogate a fronte di entrate aventi specifica destinazione, quanto che debbano essere utilizzate con le medesime finalità delle entrate cui sono collegate
Decreto n. 8/2011 del 22 novembre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,23KB) Decreto n. 8/2011 del 22 novembre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,23KB) in Nuova Finestra
In tema di istanza di "definizione agevolata" (art. 1, commi 231,232 e 233 Legge n. 266/2005) nell'ambito del procedimento in materia di responsabilità amministrativa
Sentenza n. 516/2011 del 14 novembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,122KB) Sentenza n. 516/2011 del 14 novembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,122KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un consulente e di Presidenti pro-tempore di una Società Finanziaria per lo Sviluppo della Cooperazione S.p.A. per danno erariale (Ente Regione – Coop.Fin. S.P.A.) derivante da “mala gestio” – Riforma in parte la sentenza n. 294/2009 della Sardegna
Sentenza n. 533/2011 del 26 ottobre 2011 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,108KB) Sentenza n. 533/2011 del 26 ottobre 2011 – Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,108KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un medico per danno all’ASP di appartenenza, derivante dalla attività libero professionale svolta in regime di intramoenia e dall’aver espletato l’incarico di medico fiduciario del gruppo Fondiaria SAI senza aver ottenuto l’autorizzazione di cui all’art. 53 del d.lgs 165/2001. Pronuncia di condanna in quanto, se pure l’irregolarità nell’espletamento della professione libera non rappresenta di per sè una condizione per la realizzazione del danno erariale, l’esercizio di altra attività sanitaria a pagamento costituisce grave violazione dell’art. 72 comma 7 della l. 412/92
Decreto n. 6/2011 del 17 ottobre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,32KB) Decreto n. 6/2011 del 17 ottobre 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,32KB) in Nuova Finestra
Puntualizza la nozione di fatto in tema di “definizione agevolata” (art. 1, comma 231 ss. della legge n. 266/2005) distinguendolo dal “fatto dannoso” di cui all’art. 1 della legge n. 20 del 1994
Sentenza n. 3256/2011 dell’11 ottobre 2011 – Sezione giurisdizionale Sicilia (PDF,44KB) Sentenza n. 3256/2011 dell’11 ottobre 2011 – Sezione giurisdizionale Sicilia (PDF,44KB) in Nuova Finestra
Pensioni - in tema di riconoscimento del diritto alla perequazione pensionistica ai sensi dell’art. 36 della L.R. n. 6/1997 – Sussistenza del legittimo affidamento al fine della decorrenza del termine prescrizionale
Decreto n. 5/2011 del 4 ottobre 2011 – Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,75KB) Decreto n. 5/2011 del 4 ottobre 2011 – Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,75KB) in Nuova Finestra
In tema di “definizione agevolata” (art.1, comma 231 ss. della legge n. 266/2005), precisa, in argomento, la distinzione tra la nozione di “fatto” di cui all’art. 1 comma 231 Legge n. 266/2005 e la nozione di “fatto dannoso” di cui all’art. 1 comma 2 Legge n. 20/1994
Sentenza n. 417/2011 del 27 settembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,30KB) Sentenza n. 417/2011 del 27 settembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,30KB) in Nuova Finestra
In tema di spese illegittime per regalie (regali natalizi) disposte dal Presidente del Consiglio Regionale a favore del personale e dei Consiglieri regionali impropriamente qualificate spese di rappresentanza
Sentenza n. 408/2011 del 23 settembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,143KB) Sentenza n. 408/2011 del 23 settembre 2011 – Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,143KB) in Nuova Finestra
In tema di condanna del Direttore Generale e del Direttore amministrativo di una ASL al pagamento in favore di detta azienda e per essa della Regione Abruzzo, della somma di € 10.000 il primo e di € 100.000 per un danno finanziario di cui è parte anche il danno all’immagine dell’Amministrazione, arrecato dagli stessi con comportamento caratterizzati da colpa grave
Sentenza n. 402/2011 del 21 settembre 2011 - Prima Sezione giurisdizionale centrale d'Appello (PDF,706KB) Sentenza n. 402/2011 del 21 settembre 2011 - Prima Sezione giurisdizionale centrale d'Appello (PDF,706KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di Amministratori e membri del Collegio dei revisori di un ente locale nonchè di Amministratore e Presidente di una società mista, partecipata dallo stesso ente, per danno erariale derivante da "mala gestio" - Conferma in parte la sentenza n. 108/2008 della Sezione Lazio
Sentenza n. 167/2011 del 21 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,60KB) Sentenza n. 167/2011 del 21 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,60KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un Direttore Generale di un Consorzio per danno erariale derivante da un illecito conferimento all’esterno di un incarico di consulenza in assenza dei requisiti di legge (art. 7, comma 6 bis D.Lgs. n. 165/2001, comma inserito dall’art. 32 del D.L. n.223 del 4/2006 convertito in L. n. 248/2006
Sentenza n. 1006/2011 del 20 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,36KB) Sentenza n. 1006/2011 del 20 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,36KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dirigente locale per danno erariale da erogazione di compensi aggiuntivi (Nella fattispecie la Sezione ha ritenuto responsabile il convenuto per sottrazione al fondo per la contrattazione decentrata della dirigenza di somme derivanti dal recupero di evasione in violazione di quanto predisposto dal contratto collettivo, unica fonte di disciplina della materia)
Sentenza n. 14/2011 - QM del 5 settembre 2011 - Sezioni riunite in sede giurisdizionale (PDF,43KB) Sentenza n. 14/2011 - QM del 5 settembre 2011 - Sezioni riunite in sede giurisdizionale (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dirigenti statali derivante da condanna al pagamento per il risarcimento del danno erariale c.d. indiretto in favore del Ministero dell’Interno – decorrenza del termine prescrizionale dell’azione di responsabilità – individuazione del “dies a quo” nella data di emissione del titolo di pagamento al terzo danneggiato
Sentenza n. 1397/2011 del 5 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,151KB) Sentenza n. 1397/2011 del 5 settembre 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,151KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dipendente pubblico per danno patrimoniale e all’immagine della P.A. (Agenzia delle Dogane) derivante dalla violazione di obblighi e doveri nascenti dal rapporto di servizio con la P.A. (Nella fattispecie la Sezione ha riconosciuto la responsabilità del convenuto colpevole di aver compiuto gravi e reiterati fatti illeciti, penalmente accertati, con gravissimo ritorno negativo d’immagine per l’Amministrazione d’appartenenza)
Sentenza n. 356/2011 del 31 agosto 2011 - Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,43KB) Sentenza n. 356/2011 del 31 agosto 2011 - Prima Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un dipendente comunale, geometra responsabile del procedimento, per danno erariale derivante dall’e sborso sostenuto dall’Ente locale quale sanzione amministrativa per lavori di costruzione di un impianto di depurazione ed ampliamento della rete fognante in assenza di preventivo nulla osta paesaggistico – Riforma la sentenza n. 280/2009 della Sezione Calabria
Sentenza n. 2926/2011 dell’8 agosto 2011 - Sezione giurisdizionale per la Sicilia (PDF,207KB) Sentenza n. 2926/2011 dell’8 agosto 2011 - Sezione giurisdizionale per la Sicilia (PDF,207KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un Direttore generale di una Fondazione per danno erariale derivante da spese non riconducibili ad attività istituzionali (indebito utilizzo di carte di credito aziendali)
Sentenza n. 277/2011 del 2 agosto 2011 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,64KB) Sentenza n. 277/2011 del 2 agosto 2011 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,64KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un medico, dipendente di una struttura pubblica, per danno all’immagine della P.A. derivante da reato comune (Nella fattispecie la Sezione ha riconosciuto la responsabilità del convenuto per il ripetuto e censurato comportamento nei confronti di numerose pazienti)
Sentenza n. 364/2011 del 22 luglio 2011 - Seconda Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,72KB) Sentenza n. 364/2011 del 22 luglio 2011 - Seconda Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,72KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un sub-commissario per l’emergenza rifiuti in Campania per danno erariale della P.A. (commissariato del Governo e Consorzio di Bacino) per la messa in esercizio di un impianto di tritovagliatura di rifiuti inutilizzato e lasciato in stato di abbandono – Conferma la sentenza n. 1160/2008 della Campania
Sentenza n. 574/2011 del 18 luglio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,43KB) Sentenza n. 574/2011 del 18 luglio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale d’Appello (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un Rettore e di un Direttore amministrativo per danno erariale della P.A. (Università di Siena) derivante dall’uso improprio dell’auto di servizio – Conferma la sentenza n. 536/2009 della Toscana
Sentenza n. 559/2011 del 13 luglio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,37KB) Sentenza n. 559/2011 del 13 luglio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,37KB) in Nuova Finestra
In tema di negato rimborso delle spese legali ad amministratori locali convenuti in giudizio ed assolti i primo grado, ex art. 3, comma 2 – bis della legge n. 639/1996 e successive norme di riferimento – Distinzione tra spese legali e spese di giudizio - Divieto di compensare le “spese di giudizio” tra le parti, in forza dell’assoluzione dei convenuti per carenza di colpa grave (art. 10 – bis, comma 10, L. n. 248/2005;art. 17, comma 30 – quinquies L. n. 102/2009) – Riforma la sentenza n. 1434/2009 della Sezione Lazio
Sentenza n. 382/2011 del 13 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,369KB) Sentenza n. 382/2011 del 13 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,369KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un magistrato per danno erariale dell’Amministrazione della giustizia derivante da interruzione del sinallagma e da disservizio (svolgimento da parte della convenuta di attività confliggente con la concessa aspettativa per motivi di salute) e indebita percezione della retribuzione
Sentenza n. 1044/2011 dell’11 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,168KB) Sentenza n. 1044/2011 dell’11 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,168KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Responsabile p.t. del settore Finanza di Poste Italiane S.p.a. per danno erariale arrecato alla stessa derivante da “mala gestio” (utilizzo dei derivati finanziari ad alto rischio per finalità estranea a quella istituzionale della Società)
Sentenza n. 139/2011 dell’11 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per l'Umbria (PDF,132KB) Sentenza n. 139/2011 dell’11 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per l'Umbria (PDF,132KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dipendenti comunali, impiegata presso l’U.O. dei Servizi sociali e funzionario Responsabile del Servizio sociale, per danno erariale della P.A. derivante dal conferimento illegittimo di provvidenze (assegni per nucleo familiare numeroso e maternità) erogate a soggetti non aventi diritto
Sentenza n. 738/2011 del 7 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,43KB) Sentenza n. 738/2011 del 7 luglio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dipendente regionale per danno erariale dell’Amministrazione regionale (Regione Puglia) derivante da indebiti rimborsi ottenuti con l’esibizione di falsa documentazione di spesa
Sentenza n. 302/2011 del 6 luglio 2011 - Seconda Sezione centrale d’Appello (PDF,137KB) Sentenza n. 302/2011 del 6 luglio 2011 - Seconda Sezione centrale d’Appello (PDF,137KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Commissario straordinario dell’UNIRE per danno erariale della P.A. derivante dal conferimento di incarichi di consulenza conferiti in assenza dei presupposti di legge (D.Lgs. n. 165/2001) – Riforma in parte la sentenza n. 411/2005 della Sezione Lazio
Sentenza n. 2470/2011 del 29 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Sicilia (PDF,76KB) Sentenza n. 2470/2011 del 29 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Sicilia (PDF,76KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un insegnante di scuola media statale per danno erariale del Ministero dell’I struzione, dell’Università e della Ricerca derivante dalla condanna della scuola al pagamento del risarcimento dei danni subiti da un minore a seguito di infortunio occorso durante l’orario scolastico (Nella fattispecie la Sezione non ha riconosciuto responsabile il convenuto non rinvenendo nella sua condotta il requisito della colpa grave)
Sentenza n. 153/2011 del 14 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,113KB) Sentenza n. 153/2011 del 14 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,113KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori comunali e amministratori di società per azioni partecipata per danno erariale all’ente locale (unico azionista) derivante da illegittime ed ingiustificate modifiche apportate a contratti definiti in sede di gara e già stipulati
Sentenza n. 256/2011 del 13 giugno 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,76KB) Sentenza n. 256/2011 del 13 giugno 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,76KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori di una società cooperativa e di un funzionario statale per danno erariale della P.A. (Ministero delle politiche agricole e forestali) derivante da indebita percezione di contributi pubblici distolti dalla loro specifica finalizzazione pubblicistica – Conferma la sentenza n. 194/2008 del Molise
Sentenza n. 906/2011 del 13 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,22KB) Sentenza n. 906/2011 del 13 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,22KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di dirigenti di una ASL per danno erariale derivante dall’aver gli stessi consentito che i dipendenti svolgessero per lungo tempo mansioni non corrispondenti alla qualifica di appartenenza
Sentenza n. 104/2011 del 9 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,43KB) Sentenza n. 104/2011 del 9 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un militare, sottufficiale dell’esercito, per danno erariale della P.A. (Ministero della Difesa) derivante dall’aver lo stesso simulato patologie insussistenti al fine di sottrarsi agli obblighi militari e per aver indebitamente percepito emolumenti stipendiali non dovuti
Sentenza n. 603/2011 del 3 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,199KB) Sentenza n. 603/2011 del 3 giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Puglia (PDF,199KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di soggetti privati e dipendente pubblico, funzionario dell’Ispettorato provinciale dell’Agricoltura, per indebita liquidazione e percezione di premi comunitari previsti dal regolamento CEE 1442/1988
Sentenza n. 976/2011 del 1° giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,259KB) Sentenza n. 976/2011 del 1° giugno 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,259KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori e dirigenti locali per danno erariale della P.A. (Ente locale e Amministrazione finanziaria dello Stato) derivante da mancate entrate (mancato introito dei canoni per il servizio di smaltimento delle acque reflue e di depurazione
Sentenza n. 467/2011 del 31 maggio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,51KB) Sentenza n. 467/2011 del 31 maggio 2011 - Terza Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,51KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un prefetto per danno erariale e all’immagine della P.A. (Ministero dell’Interno) derivante dall’indebito utilizzo di mezzi e personale per fini non istituzionali – Conferma la sentenza n. 497/2009 della Toscana
Sentenza n. 229/2011 del 17 maggio 2011 - Seconda Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,61KB) Sentenza n. 229/2011 del 17 maggio 2011 - Seconda Sezione giurisdizionale centrale di Appello (PDF,61KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità dei membri di una Commissione di gara per danno alle finanze di un ente locale derivante dall’annullamento dell’illegittimo provvedimento di aggiudicazione e i conseguenti costi sostenuti per il contenzioso – Riforma la sentenza n. 345/2004 dell’Abruzzo
Sentenza n. 308/2011 del 17 maggio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,86KB) Sentenza n. 308/2011 del 17 maggio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,86KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori locali per danno erariale della P.A. (Ente locale) riconducibile ai maggiori oneri derivanti da illegittimo esproprio
Sentenza n. 193/2011 del 9 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,141KB) Sentenza n. 193/2011 del 9 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,141KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un pubblico ufficiale per danno all’immagine della P.A. (Ministero della Giustizia) derivante dalla percezione di una tangente – Riforma in parte la sentenza n. 2247/2008 della Campania
Sentenza n. 192/2011 del 9 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,129KB) Sentenza n. 192/2011 del 9 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,129KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un dipendente di un ente locale, responsabile del settore finanziario, derivante da “mala gestio” (mancata attività di accertamento e riscossione tributi) – Riforma in parte la sentenza n. 283/2009 della Campania
Sentenza n. 183/2011 del 3 maggio 2011 – Prima Sezione centrale di Appello (PDF,130KB) Sentenza n. 183/2011 del 3 maggio 2011 – Prima Sezione centrale di Appello (PDF,130KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del legale rappresentante di una società a responsabilità limitata per danno erariale della P.A. (Ministero dell’Economia e delle Finanze) derivante da indebita percezione di finanziamenti pubblici destinati all’esecuzione di un programma di investimento (finanziamento di una iniziativa industriale ex l. n. 662/1996) – Riforma in parte la sentenza n. 207/08 del Molise
Sentenza n. 180/2011 del 2 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,125KB) Sentenza n. 180/2011 del 2 maggio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,125KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Commissario Straordinario e del legale rappresentante di una società per azioni per danno erariale della P.A. (Ministero dello Sviluppo economico) derivante da indebita percezione di finanziamenti pubblici destinati all’esecuzione di un programma di investimenti ex l. n. 488/1992 – Conferma la sentenza n. 22/09 della Sardegna
Sentenza n. 416/2011 del 6 maggio 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,186KB) Sentenza n. 416/2011 del 6 maggio 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,186KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Comandante della Polizia Municipale, del Segretario generale p.t. e di dipendenti comunali per danno erariale derivante da ingiustificato aggravio della spesa (indebita revisione dei prezzi in favore di una ditta) sostenuta per l’appalto del servizio di igiene urbana – Riforma in parte la sentenza n. 207/2006 della Puglia
Sentenza n. 386/2011 del 19 aprile 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,42KB) Sentenza n. 386/2011 del 19 aprile 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,42KB) in Nuova Finestra
In tema di azione revocatoria nell’ambito della responsabilità di una s.r.l. per danno erariale derivante dall’indebita percezione d’un contributo a fondo perduto erogato da Amministrazione regionale – Conferma in parte la sentenza n. 416/2008 delle Marche
Sentenza n. 112/2011 del 18 aprile 2011 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,366KB) Sentenza n. 112/2011 del 18 aprile 2011 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,366KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità dei dirigenti di una società per azioni, del curatore fallimentare, di dirigenti e funzionari regionali e del collaudatore dei lavori per danno erariale della P.A (Regione Liguria) derivante dall’inadempimento dell’obbligazione di risultato (bonifica dell’intera area interessata) assunta dalla società nei confronti della Regione in relazione a Programma cofinanziato con fondi comunitari
Sentenza n. 1058/2011 del 23 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,79KB) Sentenza n. 1058/2011 del 23 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,79KB) in Nuova Finestra
La Corte dei conti - Sezione giurisdizionale Sicilia - ha affermato che il visto o parere di regolarità contabile del responsabile di ragioneria è a tutti gli effetti un visto di legittimità del provvedimento di spesa sulla base del principio di contabilità pubblica contenuto nell’art. 20 del TU della Corte dei conti e l’interpretazione datane nelle circolari del Ministero dell’Interno non è vincolante per gli enti locali
Sentenza n. 90/2011 del 18 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,108KB) Sentenza n. 90/2011 del 18 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,108KB) in Nuova Finestra
In tema di interpretazione dell’art. 17, comma 30 ter.d.l. n. 78/2009 - l’art. 17, comma ter d.l. n. 78/2009 va interpretato nel senso che non esclude la tutela del danno all’immagine della pubblica amministrazione derivante da reato comune in quanto l’art. 7 della legge n. 97 del 2001 va interpretato nel senso che la sussistenza di una sentenza penale irrevocabile di condanna si pone solo quale mera condizione per l’esercizio dell’azione contabile per danno derivante da reato contro la P.A.
Sentenza n. 359/2011 del 16 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,139KB) Sentenza n. 359/2011 del 16 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,139KB) in Nuova Finestra
In tema giurisdizione della Corte dei Conti su un’azione risarcitoria pubblicistica proposta contro il direttore di una società pubblica partecipata, incaricata della gestione del servizio pubblico di raccolta e smaltimento rifiuti, per danno erariale alla c.d. finanza pubblica allargata derivante da “mala gestio”
Sentenza n. 146/2011 del 15 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,80KB) Sentenza n. 146/2011 del 15 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,80KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di sindaco e segretario comunale per aver riconosciuto, il primo, e percepito, il secondo, un trattamento economico lordo per la funzione di direttore generale tanto elevato da violare i canoni di razionalità e di ragionevolezza dell’azione amministrativa
Sentenza n. 145/2011 del 15 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,58KB) Sentenza n. 145/2011 del 15 marzo 2011 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,58KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori locali per danno derivato dall’indebita erogazione di contributi straordinari a favore di soggetto privato, in violazione delle vigenti disposizioni primarie, regolamentari e convenzionali
Sentenza n. 43/2011 del 7 febbraio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,24KB) Sentenza n. 43/2011 del 7 febbraio 2011 - Prima Sezione centrale di Appello (PDF,24KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un soggetto privato per danno erariale cagionato alle finanze di due enti locali per indebita percezione di finanziamenti pubblici (L.R. n. 37/98 per il sostegno a spese di investimento e gestione relative alla realizzazione di un’attività imprenditoriale) – Conferma la sentenza n. 592/09 della Sardegna
Sentenza n. 108/2011 del 31 gennaio 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,122KB) Sentenza n. 108/2011 del 31 gennaio 2011 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,122KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori e dirigente locali per indebite percezioni di gettoni di presenza - Conferma la sentenza n. 312/2009 della Sezione Lazio
Sentenza n. 133/2011 del 27 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,175KB) Sentenza n. 133/2011 del 27 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,175KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità dell’amministratore unico p.t. di una s.r.l. per danno erariale (Ministero delle attività produttive) derivante da irregolarità sulla concessione di agevolazioni finanziarie di cui alla legge n. 488/1992 per un programma di investimenti per la realizzazione di un nuovo impianto
Sentenza n. 52/2011 del 27 gennaio 2011 - Seconda Sezione centrale di Appello (PDF,32KB) Sentenza n. 52/2011 del 27 gennaio 2011 - Seconda Sezione centrale di Appello (PDF,32KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un libero professionista, direttore dei lavori di un ente locale, per danno erariale derivante dalla liquidazione ad un’impresa di somme di lavori parzialmente non eseguiti ed in parte difformi dal progetto – Conferma la sentenza n. 2630/2004 della Sezione Lazio
Sentenza n. 54/2011 del 26 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,220KB) Sentenza n. 54/2011 del 26 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,220KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di soggetti privati (persone fisiche e società) per danno erariale dell’AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura) derivante da indebita percezione di contributi comunitari
Sentenza n. 198/2011 del 24 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,49KB) Sentenza n. 198/2011 del 24 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,49KB) in Nuova Finestra
In tema di giurisdizione contabile sull’attività di un avvocato libero professionista, incaricato da un comune (convenzione-accordo ex art. 11 L. n. 241/90), di istituire una commissione legale incardinata nella struttura organizzativa dell’ente locale e conseguente responsabilità connessa alle mansioni previste (art. 1374 c.c)
Sentenza n. 23/2011 del 20 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per l'Abruzzo (PDF,73KB) Sentenza n. 23/2011 del 20 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per l'Abruzzo (PDF,73KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un dirigente locale per danno erariale derivante dal risarcimento dovuto all’Ente per l’erronea e colpevole scelta del contraente per il completamento di lavori pubblici (c.d. danno alla concorrenza)
Sentenza n. 23/2011 del 18 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,123KB) Sentenza n. 23/2011 del 18 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,123KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un sub-commissario dell’Ufficio Ragioneria del Commissario di Governo per l’emergenza rifiuti nella Regione Campania per danno erariale derivante da indebiti rimborsi di spese
Sentenza n. 95/2011 del 17 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,74KB) Sentenza n. 95/2011 del 17 gennaio 2011 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,74KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un militare dell’Aeronautica Militare per danno erariale del Ministero della Difesa derivante dall’esborso sostenuto dallo stesso per il risarcimento del danno in favore degli eredi di un ufficiale deceduto a seguito di un incidente (erroneo funzionamento di un dispositivo di sicurezza)
Sentenza n. 216/2010 del 31 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,90KB) Sentenza n. 216/2010 del 31 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,90KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Direttore Generale di un Comune per aver effettuato spese di rappresentanza senza giustificare, in tempestive dichiarazioni, gli esborsi, esplicitando l’interesse istituzionale dell’ente locale e la necessità dell'ente di una proiezione esterna
Sentenza n. 878/2010 del 31 dicembre 2010 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,257KB) Sentenza n. 878/2010 del 31 dicembre 2010 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,257KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità per danno erariale della P.A. (Ministro, Capo di Gabinetto, V. Capo di Gabinetto, Direttore Generale del Ministero della Giustizia) per illegittimo conferimento di incarichi di consulenza ad alcune società (conferma in parte la sentenza n. 592/2009 della Sezione Lazio)
Sentenza n. 2952/2010 del 28 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,40KB) Sentenza n. 2952/2010 del 28 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,40KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di una dipendente pubblica, docente presso un Ufficio scolastico, per danno erariale della P.A (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) derivante da indebita percezione di retribuzioni
Sentenza n. 2496/2010 del 28 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,66KB) Sentenza n. 2496/2010 del 28 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,66KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità dei componenti del CdA di una società a totale partecipazione pubblica per “mala gestio” (nel merito la Sezione ha riconosciuto la responsabilità dei convenuti per la scelta di costituire una società di gestione del risparmio senza aver preventivamente accertato la fattibilità del progetto)
Sentenza n. 2489/2010 del 27 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,49KB) Sentenza n. 2489/2010 del 27 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,49KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del direttore generale di un’Azienda di Stato per danno all’immagine e da disservizio derivante dalla percezione di una tangente
Sentenza n. 342/2010 del 23 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,66KB) Sentenza n. 342/2010 del 23 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Liguria (PDF,66KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di ispettori della Polizia di Stato per danno all’immagine della P.A. (Ministero dell’interno) derivante da condotte penalmente rilevanti (reati di falso ideologico e materiale, peculato e detenzione e traffico di sostanze stupefacenti)
Sentenza n. 790/2010 del 22 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,43KB) Sentenza n. 790/2010 del 22 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia (PDF,43KB) in Nuova Finestra
In tema di pensioni civili: l'indennità integrativa speciale, elemento retributivo non assimilabile allo stipendio in senso stretto non è maggiorabile del 18%, a nulla rilevando la diversa previsione del CCNL di comparto (nella specie, relativo al personale del comparto scuola, sottoscritto il 29 novembre 2007), in quanto le norme di rango primario sono l'unica fonte abilitata ad incidere in materia previdenziale, che è coperta da riserva di legge statale, ai sensi dell'art. 117, co. 2, lett. o), Cost.
Sentenza n. 2887/2010 del del 21 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,23KB) Sentenza n. 2887/2010 del del 21 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Campania (PDF,23KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori locali e dipendente comunale, capo ufficio tecnico responsabile dell’area manutentiva, per danno erariale derivante da tardivo adempimento di obbligazioni pecuniarie in violazione della disciplina sui ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali
Sentenza n. 2439/2010 del 21 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,104KB) Sentenza n. 2439/2010 del 21 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,104KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del Commissario straordinario e di direttori amministrativi della Croce Rossa Italiana per illegittime spese derivanti dalla sottoscrizione di contratti per l’inutile acquisizione di servizi e forniture informatiche
Sentenza n. 215/2010 del 20 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,485KB) Sentenza n. 215/2010 del 20 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia (PDF,485KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori e dipendenti della Amministrazione regionale, per l’utilizzo non ragionevole e non conforme alla normativa contrattuale (art.25 del contratto collettivo regionale di lavoro relativo al personale dirigenziale regionale - quadriennio giuridico 1994-1997 e Protocollo d’intesa approvato con delibera di Giunta del 27.02.2003) dell'istituto della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro dei dirigenti, causativo del danno costituito dalle spese sostenute per il pagamento delle indennità supplementari, previste quali incentivazioni all’esodo
Sentenza n. 985/2010 del 14 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Sardegna (PDF,99KB) Sentenza n. 985/2010 del 14 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Sardegna (PDF,99KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di una dipendente di un istituto di istruzione per danno erariale della P.A. (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) derivante dall’indebita percezione di emolumenti retributivi (usufruizione di distacchi sindacali in assenza della qualifica di dirigente sindacale)
Sentenza n. 848/2010 del 14 dicembre 2010 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,56KB) Sentenza n. 848/2010 del 14 dicembre 2010 - Terza Sezione centrale di Appello (PDF,56KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un ingegnere capo Dipartimento e dell’amministratore straordinario dell’ANAS per danno derivante dalla spesa occorsa per la realizzazione di un’opera pubblica incompiuta (Conferma in parte la sentenza n. 104/2009 della Sezione Marche)
Sentenza n. 711/2010 del 10 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,61KB) Sentenza n. 711/2010 del 10 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,61KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di un agente contabile (società di riscossione) per danno patrimoniale di un ente locale derivante dal mancato versamento nelle casse comunali di tributi locali
Sentenza n. 2752/2010 del 9 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,69KB) Sentenza n. 2752/2010 del 9 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Regione siciliana (PDF,69KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità del titolare di una ditta individuale, nella persona del curatore fallimentare, per danno erariale della P.A. (Ministero delle Attività Produttive) per irregolarità perpetrate al fine di una frode sui fondi ex legge n. 488/1992
Sentenza n. 2384/2010 del 9 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,121KB) Sentenza n. 2384/2010 del 9 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio (PDF,121KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità per danno erariale e all’immagine della P.A. per l’indebita percezione di retribuzioni da parte di un soggetto privo dei requisiti professionali e morali richiesti per l’incarico di Vice Commissario dell’Enea
Sentenza n. 699/2010 del 7 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,193KB) Sentenza n. 699/2010 del 7 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Calabria (PDF,193KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di direttori generali di una ASL per danno erariale derivante dalla mancata utilizzazione di una struttura pubblica destinata a presidio ospedaliero
Sentenza n. 472/2010 del 1 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,75KB) Sentenza n. 472/2010 del 1 dicembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Toscana (PDF,75KB) in Nuova Finestra
In tema di responsabilità di amministratori e dipendenti comunali per danno erariale derivante dall’illegittima procedura di scomputo degli oneri di urbanizzazione in relazione a una concessione edilizia