Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Giurisdizione

Presidente della Sezione giurisdizionale: Guido CARLINO
Palazzo dei Camerlenghi – San Polo n. 1 – 30125 Venezia
Telefono: 041 2704917
Fax: 041 2704949
Email: segr.sezione.giur.veneto@corteconti.it
Pec: veneto.giurisdizione@corteconticert.it
Pec giudizi responsabilità amministrativo-contabile:
veneto.giurisdizione.resp@corteconticert.it
Pec ricorsi pensionistici: veneto.giurisdizione.pens@corteconticert.it
Pec conti giudiziali: veneto.giurisdizione.conti@corteconticert.it

  

In evidenza

Sentenza n. 77 del 10 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,207KB) Sentenza n. 77 del 10 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,207KB) in Nuova Finestra
La sentenza afferma la responsabilità amministrativa per danno erariale nei confronti di un Ente gestore di una Residenza Sanitaria Assistenziale per disabili mentali nonché dei soggetti incaricati di attività gestionali presso l'Ente ovvero di attività di controllo presso l'AULSS, ove siano stati violati gli standard di personale medico e infermieristico previsti dalle convenzioni che regolano il servizio e l'Ente abbia conseguito la piena remunerazione da parte dell'Azienda sanitaria con ingiustificato risparmio di spesa.
Ordinanza n. 63 del 7 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,446KB) Ordinanza n. 63 del 7 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,446KB) in Nuova Finestra
L'ordinanza in questione afferma che la competenza per i giudizi riguardanti magistrati contabili, già in servizio nella sede del giudice adito, ai sensi dell'art. 18, comma 3, del codice della giustizia contabile, appartiene alla Sezione indicata nella tabella A del codice, anche per i fatti verificatisi prima della data di entrata in vigore del codice e ancorché, sempre prima di tale data, fosse iniziata l'attività istruttoria e fosse stato emesso l'invito a fornire deduzioni.
Sentenza n. 76 del 6 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,176KB) Sentenza n. 76 del 6 luglio 2017 - Sezione giurisdizionale per il Veneto (PDF,176KB) in Nuova Finestra
La sentenza esclude la configurabilità del danno da disservizio per il mero inadempimento di prestazioni di servizio e afferma che il danno da disservizio, che costituisce un pregiudizio ulteriore rispetto al danno patrimoniale diretto, deve essere ricondotto al nocumento procurato dalla condotta illecita del dipendente al corretto funzionamento dell'apparato pubblico, sia sotto forma di pregiudizio caratterizzato da una prestazione soltanto apparente resa verso l'utenza, sia sotto forma di prestazione caratterizzata dall'esercizio illecito e penalmente rilevante di funzione pubblica, con la conseguenza che, nel primo caso, il danno coincide con il pregiudizio per l'utenza che non ha potuto fruire del servizio nei termini previsti, mentre, nel secondo caso, consiste nella spesa effettuata per l'organizzazione e lo svolgimento di una attività amministrativa improduttiva di risultati.