Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Notizie archivio

In evidenza

Sentenza n. 42 del 7 maggio 2019 – Sezione Giurisdizionale d’Appello per la Regione Siciliana (PDF,164KB) Sentenza n. 42 del 7 maggio 2019 – Sezione Giurisdizionale d’Appello per la Regione Siciliana (PDF,164KB) in Nuova Finestra
Le disposizioni recate dagli articoli 51 e 52 della Legge regionale n. 9/2015, secondo le quali, in sede di computo della quota A, la base pensionabile va rapportata alla media delle retribuzioni degli ultimi 5 anni e va operata una decurtazione della predetta quota retributiva, tale da determinare una riduzione complessiva del 10% sul trattamento pensionistico complessivo annuo lordo finale, non sono affatto viziate da irrazionalità né tantomeno arbitrarietà.
Calendario udienze collegiali 2020 - Sezione Giurisdizionale per la regione siciliana (PDF,241KB) Calendario udienze collegiali 2020 - Sezione Giurisdizionale per la regione siciliana (PDF,241KB) in Nuova Finestra
Decreto presidenziale 20 maggio 2019
Sentenza del 6 maggio 2019 n. 285 - Sezione giurisdizionale per la regione siciliana (PDF,218KB) Sentenza del 6 maggio 2019 n. 285 - Sezione giurisdizionale per la regione siciliana (PDF,218KB) in Nuova Finestra
Massima sentenza n. 285 del 6 maggio 2019 Sezione Giurisdizionale per la Regione Siciliana Pres. Carlino - Est. Cancilla L’eccezione di prescrizione deve essere formulata dal convenuto con riferimento specifico alla prospettazione del P.M. in citazione e non può quindi ricollegarsi a fatti totalmente diversi non menzionati nell’atto di citazione - Nell’ambito dell’amministrazione regionale, agli incarichi di dirigente generale, contraddistinti dalla diretta collaborazione con la Giunta regionale (fiduciarietà), non sono estensibili i principi (contraddittorio, procedimentalizzazione ed estesa motivazione) fissati dalla Corte Cost. per l’applicazione dello spoils system ai dirigenti non apicali; è sufficiente che il provvedimento di revoca dell’incarico di dirigente generale sia adeguatamente motivato, indicando in maniera sintetica i presupposti fattuali e giuridici - La deliberazione della Giunta regionale avente ad oggetto la ratifica di un decreto del Pres. della Reg., viziato da incompetenza, comportando la sanatoria ex tunc, interrompe il nesso di causalità tra il citato decreto e il pagamento in favore di terzi da esso derivante, nel senso che tale esborso va imputato a tutti i componenti della Giunta - La clausola di un contratto collettivo (onerosa) non può precludere di fatto l’applicazione di una norma di legge con una sorta di efficacia sostanzialmente abrogante, che è contraria al sistema delle fonti del diritto, fermo restando che l’Amministrazione pubblica è tenuta ad attivarsi per la modifica della medesima clausola e per la sua contestazione in sede giudiziale.

Approfondimenti

Normativa

Calendario

La Corte

Mappa regionale

uffici regionali

Mappa centrale

uffici centrali della sede di Roma
uffici centrali della sede di Roma Valle d'Aosta Piemonte Trentino Alto Adige - Bolzano Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Marche Umbria Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Lombardia Veneto Trentino Alto Adige - Trento Lazio Toscana Abruzzo