Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Notizie archivio

In evidenza

20 dicembre 2018 - Sezione regionale di controllo per la Liguria - Deliberazione n. 135/2018/PARI (PDF,332KB) 20 dicembre 2018 - Sezione regionale di controllo per la Liguria - Deliberazione n. 135/2018/PARI (PDF,332KB) in Nuova Finestra
Regione Liguria - La Sezione, in conformità alle richieste della Procura regionale, non parifica le poste contabili della Regione sulle quali sono state imputate le risorse finanziarie destinate al salario accessorio del personale non dirigente, per quanto attiene ai soli importi riferiti alla Vice-dirigenza, illegittimamente istituita, pari ad euro 154.000, relativamente all’anno 2016 e ad euro 94.717, relativamente all’anno 2017.
9 novembre 2018 - Sentenza Corte costituzionale n. 196/2018 (PDF,79KB) 9 novembre 2018 - Sentenza Corte costituzionale n. 196/2018 (PDF,79KB) in Nuova Finestra
Regione Liguria - a seguito del giudizio di legittimità costituzionale dell'art. 10 della legge della Regione Liguria 28 aprile 2008, n. 10, e dell'art. 2 della legge della Regione Liguria 24 novembre 2008, n. 42, promosso dalla Corte dei conti, sezione regionale di controllo per la Liguria, nel giudizio di parificazione del rendiconto generale dell'esercizio finanziario 2016 della Regione stessa, "la Corte costituzionale ha ritenuto che, nel caso in esame, il parametro del riparto delle competenze tra Stato e Regioni si possa affiancare a quelli posti a tutela degli equilibri economico-finanziari e della sana gestione finanziaria, in relazione ai quali la giurisprudenza ha da tempo riconosciuto la legittimazione della Corte dei conti a sollevare questione di legittimità costituzionale in sede di controllo di legittimità-regolarità". La Corte costituzionale, ritenendo pertanto fondati i dubbi prospettati dal collegio remittente, nella sentenza, tra l'altro, evidenzia "l'illegittimità dell'iniziativa del legislatore ligure che ha istituito il ruolo dei vice-dirigenti invadendo la competenza statale esclusiva in materia di ordinamento civile e ha conseguentemente disposto una spesa priva di copertura normativa, e quindi lesiva dell'art. 81, quarto comma, della Costituzione, in quanto relativa a una voce, quella dell'indennità dei vice-dirigenti regionali, inerente al trattamento economico di una parte del personale regionale, disciplinato senza il necessario fondamento nella contrattazione collettiva".
27 luglio 2018 - Sezione regionale di controllo per la Liguria - Delibera n. 106/2018/PARI (PDF,10.86MB) 27 luglio 2018 - Sezione regionale di controllo per la Liguria - Delibera n. 106/2018/PARI (PDF,10.86MB) in Nuova Finestra
La Sezione parifica il Rendiconto generale della Regione Liguria per l’esercizio 2017, con esclusione: delle somme riportate nel conto di bilancio a titolo di residui attivi iscritti al Titolo IX “Entrate per contabilità speciali” per complessivi euro 1.130.068,39, a causa della non corrispondenza tra le scritture contabili e la predetta posta di rendiconto, in conseguenza della mancata rendicontazione delle spese della gestione economale; della posta contabile dello Stato patrimoniale “DEBITI”, alla voce “debiti verso controllate”, in quanto non espone l’importo di euro 102.025.221,84 derivante dalla cessione degli immobili di proprietà della Regione e delle ASL ad ARTE Genova, destinata a copertura del disavanzo sanitario 2011, da riqualificarsi quale operazione di indebitamento; delle poste contabili dello Stato patrimoniale “IMMOBILIZZAZIONI” alla voce “Immobilizzazioni materiali”, “fabbricati”, in quanto non espone l’importo di euro 18.237.718,74 a titolo di immobili cartolarizzati e alla voce “ATTIVO CIRCOLANTE”, “altri crediti”, per un importo di euro 83.787.503,10 a titolo di crediti cartolarizzati; del “Risultato d’amministrazione”, nella misura in cui non espone apposito vincolo, discendente dal saldo differenziale dei flussi finanziari, positivi e negativi, generati dai contratti derivati, per l’ulteriore somma di euro 10.532.266,00; della somma accertata nel conto di bilancio al capitolo 4000, Titolo VI “Entrate per mutui passivi a pareggio del bilancio”, per complessivi euro 23.000.000,00, a causa della mancata esigibilità nell’esercizio 2017, con coevo effetto in eguale misura sul risultato di amministrazione. La Sezione, inoltre, con ordinanza n. 34/2018 ha sospeso il giudizio di parificazione sulle poste contabili riguardanti il salario accessorio del personale non dirigente, in attesa della definizione del giudizio di legittimità costituzionale, conseguente alla propria ordinanza di remissione n. 49 del 5 ottobre 2017.

Approfondimenti

Calendario

La Corte

Mappa regionale

uffici regionali

Mappa centrale

uffici centrali della sede di Roma
uffici centrali della sede di Roma Valle d'Aosta Piemonte Trentino Alto Adige - Bolzano Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Marche Umbria Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Lombardia Veneto Trentino Alto Adige - Trento Lazio Toscana Abruzzo