Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Giurisdizione

Presidente della Sezione giurisdizionale: Donato Maria FINO
Segreteria del Presidente:
Telefono: 051 2867864

Funzionario preposto: Lucia Caldarelli
Segreteria ed ufficio informazioni:
Telefono: 051 2867859
Fax 051 244056
Email: sezione.giur.e.romagna@corteconti.it
Pec giudizi: emiliaromagna.giurisdizione@corteconticert.it

Indirizzo, Sportello informazioni al pubblico ed orari di apertura:
Indirizzo: Corte dei Conti - Segreteria Sezione Giurisdizionale per la Regione Emilia Romagna
Piazza VIII Agosto N. 26 - 40126 Bologna - Piano V
Per visione fascicoli e richieste varie: mercoledì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00
Per deposito atti in scadenza: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00

 

In evidenza

Bologna, 17 febbraio 2017 - Sezione giurisdizionale per la Regione Emilia Romagna - Inaugurazione dell'anno giudiziario 2017 (PDF,271KB) Bologna, 17 febbraio 2017 - Sezione giurisdizionale per la Regione Emilia Romagna - Inaugurazione dell'anno giudiziario 2017 (PDF,271KB) in Nuova Finestra
Relazione del Presidente Donato Maria Fino
Sentenza n. 165/14/R del 3 dicembre 2014 - Sezione giurisdizionale per l'Emilia Romagna (PDF,108KB) Sentenza n. 165/14/R del 3 dicembre 2014 - Sezione giurisdizionale per l'Emilia Romagna (PDF,108KB) in Nuova Finestra
"La fattispecie di illecito contabile perpetrata in danno di un Comune è costituita dall’assunzione del Capo di Gabinetto del Sindaco e dalla conseguente corresponsione al predetto di emolumenti corrispondenti alla categoria D, posizione economica D1, in assenza dei requisiti minimi per accedere a detto inquadramento economico per non aver egli conseguito il titolo di studio del diploma di laurea, come richiesto dal CCNL all’epoca vigente" – condanna
Sentenza n. 155/14/R del 18 novembre 2014 - Sezione giurisdizionale per l'Emilia Romagna (PDF,229KB) Sentenza n. 155/14/R del 18 novembre 2014 - Sezione giurisdizionale per l'Emilia Romagna (PDF,229KB) in Nuova Finestra
Il Sindaco e la Giunta comunale sono responsabili per l’avvenuto inquadramento economico del Responsabile di Gabinetto, il quale non poteva essere inquadrato nella categoria stipendiale riservata ai laureati non avendo il titolo corrispondente. La sentenza accerta la maggiore responsabilità del sindaco avendo egli indicato in misura fissa il compenso straordinario da attribuire al prescelto. – condanna.