Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Notizie archivio

In evidenza

15 ottobre 2018- Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 123/2018/PAR (PDF,201KB) 15 ottobre 2018- Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 123/2018/PAR (PDF,201KB) in Nuova Finestra
Comuni di Campogalliano, Modena, Novi Di Modena, Soliera (Mo)- La deliberazione riguarda l’articolata richiesta di parere concernente l’interpretazione dell’art. 22, comma 3-bis, del d.l. n. 50 del 2017, che pone a carico del privato le spese per l’espletamento di servizi in materia di sicurezza e di polizia stradale relativi ad eventi dal medesimo organizzati o promossi. Il Collegio, dopo un inquadramento del nuovo istituto, ha ritenuto non condivisibile il criterio interpretativo proposto, che assume, quale presupposto per l’applicazione della norma, la sussistenza di un fine di lucro, ritenendo di doverlo individuare nell’assenza di un pubblico interesse all’attività. Ulteriori valutazioni hanno riguardato i parametri di calcolo delle spese, che si è ritenuto riferibili al solo costo del personale, e le implicazioni giuridiche connesse al pagamento.
31 luglio 2018 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 112/2018/PAR (PDF,173KB) 31 luglio 2018 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 112/2018/PAR (PDF,173KB) in Nuova Finestra
Comune di Bologna - richiesta di parere in ordine all’esatta individuazione dell’ambito applicativo dell’art. 4, comma 5-ter del d.l. n. 50 del 2017, con il quale, ai fini dell’imposta di soggiorno, è stato qualificato responsabile del versamento dell’imposta il soggetto che incassa direttamente il canone o il corrispettivo, ovvero l’eventuale intermediario (sia esso esercente l’attività di intermediazione immobiliare o titolare di un portale telematico) quando provvede all’incasso del canone o del corrispettivo dovuto dall’ospite. Le incertezze alle quali dà luogo la formulazione dei citato comma - secondo taluni concernente il solo regime delle locazioni brevi cui specificamente si riferisce l’art. 4 del d.l. n. 50, secondo altri comportante una nuova disciplina del tributo previsto dall’art. 4 del d.lgs. n. 23 del 2011, in forza della quale in via generale il gestore della struttura ricettiva che riscuote dall’ospite l’imposta non riveste più la qualifica di agente contabile ma quella di responsabile dell’imposta – hanno indotto il collegio a sottoporre la questione al Presidente della Corte affinché valuti la possibilità di una pronuncia di orientamento generale ai sensi dell’art. 17, comma 31, del d.l. n. 78 del 2009.
13 luglio 2018, Bologna - Giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2017 (PDF,2.49MB) 13 luglio 2018, Bologna - Giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2017 (PDF,2.49MB) in Nuova Finestra
Decisione e Relazione sul rendiconto generale della Regione Emilia Romagna per l'esercizio finanziario 2017

Approfondimenti

Calendario

La Corte

Mappa regionale

uffici regionali

Mappa centrale

uffici centrali della sede di Roma
uffici centrali della sede di Roma Valle d'Aosta Piemonte Trentino Alto Adige - Bolzano Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Marche Umbria Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Lombardia Veneto Trentino Alto Adige - Trento Lazio Toscana Abruzzo