Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Notizie archivio

In evidenza

24 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 158/2017/VSGO (PDF,381KB) 24 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 158/2017/VSGO (PDF,381KB) in Nuova Finestra
Relazione sui servizi legali attribuiti nel 2015 - Comune di Comacchio (Fe). A seguito dell'entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016, anche il singolo incarico di patrocinio legale dev'essere inquadrato come appalto di servizi, affidato nel rispetto dei principi di cui all'art. 4 del citato d.lgs. E' legittima la redazione di elenchi di operatori qualificati articolati in settori di competenza. Criticità: mancato inserimento degli incarichi di patrocinio nel documento unico di programmazione o in altro atto di programmazione; profili di illegittimità nel disciplinare adottato per l’affidamento degli incarichi legali (deliberazione di Giunta n. 47 del 27 febbraio 2013); mancata pubblicità in merito all’intenzione di affidare l’incarico; mancanza di una previa valutazione di congruità del preventivo; mancata stima del contenzioso e mancato accantonamento; violazione delle norme sul rimborso delle spese legali.
24 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 156/2017/VSGO (PDF,187KB) 24 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 156/2017/VSGO (PDF,187KB) in Nuova Finestra
A seguito dell'entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016, anche il singolo incarico di patrocinio legale dev'essere inquadrato come appalto di servizi, affidato nel rispetto dei principi di cui all'art. 4 del citato d.lgs. Criticità: mancato inserimento degli incarichi di patrocinio in un documento di programmazione; mancata adozione di norme regolamentari finalizzate a disciplinare l’affidamento dei patrocini legali; ricorso all’affidamento diretto; mancanza di una previa valutazione di congruità del preventivo. Vengono inviati in Procura due incarichi, poiché affidati direttamente, senza previa ricognizione in merito alle professionalità interne, né motivazione circa le ragioni sottostanti la scelta dell’incaricato.
12 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 153/2017/VSGO (PDF,136KB) 12 ottobre 2017 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 153/2017/VSGO (PDF,136KB) in Nuova Finestra
Comune di Forlì (FC) - Relazione sui servizi legali attribuiti nel 2015. A seguito dell'entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016, anche il singolo incarico di patrocinio legale dev'essere inquadrato come appalto di servizi, affidato nel rispetto dei principi di cui all'art. 4 del citato d.lgs. E' legittima la redazione di elenchi di operatori qualificati articolati in settori di competenza. Criticità: mancato inserimento degli incarichi di patrocinio nel documento unico di programmazione o in altro atto di programmazione; omesso accertamento dell’impossibilità di svolgere l’incarico all’interno dell’ente; ricorso all’affidamento diretto; affidamento diretto di domiciliazioni legali. Invio in procura di un incarico poiché affidato direttamente, senza previa ricognizione in merito alle professionalità interne, né motivazione circa le ragioni della scelta dell’incaricato.

Approfondimenti

La Corte

Mappa regionale

uffici regionali

Mappa centrale

uffici centrali della sede di Roma
uffici centrali della sede di Roma Valle d'Aosta Piemonte Trentino Alto Adige - Bolzano Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Marche Umbria Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Lombardia Veneto Trentino Alto Adige - Trento Lazio Toscana Abruzzo