Informativa sui cookie

Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.Informativa estesa sui cookieVisualizza l'informativa estesa sui cookie

Sito della Corte dei conti

Breadcrumb

Controllo

3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 56/2018/PRSP (PDF,697KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 56/2018/PRSP (PDF,697KB) in Nuova Finestra
Comune di Bojano - La Sezione, nei termini esplicitati nella parte motiva, accerta le seguenti gravi irregolarità contabili suscettibili di pregiudicare gli equilibri economico-finanziari dell’Ente: • mancata adozione del rendiconto armonizzato con funzione conoscitiva; • scorretta determinazione del FPV; • mancato accantonamento del FCDE; • scorretta contabilizzazione delle anticipazioni di liquidità e conseguente mancato accantonamento del relativo fondo nel risultato di amministrazione; • mancata scomposizione della cassa in fondi liberi e vincolati; • mancata e/o erronea certificazione del patto di stabilità; • mancata indicazione delle spese per il personale; • mancato invio dell’elenco spese di rappresentanza. Nell’invitare l’Ente ad astenersi per l’avvenire da comportamenti non legittimati dalle norme ed a conformarsi alla deliberazione, assegna ex art.148bis TUEL il termine di 60gg. per l’adozione delle seguenti misure correttive: • rideterminare gli importi del FPV, tenendo presente gli importi a tale titolo indicati nella propria deliberazione di riaccertamento straordinario residui al 01.01.2015 e le osservazioni formulate con la pronuncia n.150/2016/PRSP di questa Sezione; • ricalcolare l’accantonamento al FCDE; • ricostruire sollecitamente la cassa vincolata al 31.12.2015; • ricertificare il patto di stabilità ex art.31, comma 20, L n.183/2011. Dispone che copia della pronuncia sia trasmessa anche alla locale Procura erariale oltre che al Ministero dell’Interno ed al MEF per le valutazioni di competenza.
3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 55/2018/PAR (PDF,593KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 55/2018/PAR (PDF,593KB) in Nuova Finestra
Comune di Castelmauro - Camera di Consiglio del 21 marzo 2018 - La Sezione – ammessi solo i primi quattro quesiti – ritiene preferibile l’interpretazione dell’art.86, comma 5, TUEL secondo cui la locuzione “senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica” è riferibile all’aggregato delle spese di funzionamento, comprensivo delle spese afferenti al mandato degli amministratori, ed identificabile nel bilancio armonizzato nella Missione 1 recante “Servizi istituzionali, generali e di gestione”, interessando, in particolare, “tutte le voci di spesa destinate a garantire l’esistenza dell’apparato comunale e il suo funzionamento ed esclude invece quelle voci di spesa per loro natura destinate all’espletamento dei compiti di cui l’ente è intestatario, preordinati ad assicurare e contemperare gli interessi dei soggetti a cui l’azione pubblica è rivolta” (cfr. Sez.contr.Lombardia nn.452 e 470/2015/PAR). Nulla osta a che l’Amministrazione, nel rispetto del complessivo aggregato di spesa del precedente esercizio, provveda alle variazioni di bilancio necessarie a garantire la copertura delle dette spese. È possibile utilizzare gli importi previsti nel fondo rischi/passività future esclusivamente a fronte di sentenze sfavorevoli non definitive o non esecutive e/o di un contenzioso che si sia già manifestato nell’anno senza tuttavia essere stato ancora definito tanto nell’esito che nel quantum. L’Amministrazione eviterà che accantonamenti stanziati per il rischio di ulteriori eventi sfavorevoli (altri contenziosi e/o sentenze non definitive o non esecutive) possano essere utilizzati per le segnalate finalità a discapito degli equilibri di bilancio.
3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 53/2018/PRSP (PDF,303KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 53/2018/PRSP (PDF,303KB) in Nuova Finestra
Comune di San Massimo rendiconto 2015. La Sezione, nei termini di cui in motivazione, accerta ai sensi dell’art.148bis TUEL le seguenti gravi irregolarità: • la non corretta determinazione del risultato di amministrazione. ln particolare mancano tutti gli importi riferiti alla parte accantonata (FCDE, anticipazione di liquidità, indennità di fine mandato) ed alla parte vincolata che incidono in maniera rilevante sul risultato di amministrazione; • una bassa capacità di riscossione per il recupero evasione Tarsu, che impone l’istituzione di un adeguato fondo rischi. Principio contenuto nella nuova contabilità armonizzata, entrata in vigore a far data dal 01.01.2015; • la mancata pubblicazione dell’indicatore di tempestività dei pagamenti, da cui derivano possibili ripercussioni a carico dei dirigenti responsabili (artt.22, 28 e 46, 47 del D. Lgs. n.33/2013). Dispone la trasmissione della deliberazione al Consiglio Comunale, al Sindaco e all’Organo di revisione del suddetto Ente.
3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 51/2018/PRSP (PDF,376KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 51/2018/PRSP (PDF,376KB) in Nuova Finestra
Rendiconto 2015 Comune di Colli a Volturno. La Sezione, nei termini di cui in motivazione, accerta ai sensi dell’art.148bis TUEL le seguenti gravi irregolarità: • una scarsa collaborazione nei confronti della Sezione e il mancato invio dei dati al sistema SIRTEL, che non ha consentito il riscontro dei dati esposti nel questionario e la verifica in merito alle misure urgenti da adottare ai fini di un puntuale riconoscimento dei debiti fuori bilancio con l’individuazione dei rispettivi mezzi di finanziamento; • la ritardata approvazione del rendiconto, sintomo di criticità tant’è che la mancata approvazione determina, fino all’adempimento, la condizione di ente strutturalmente deficitario, assoggettato ai controlli centrali in materia di copertura del costo di alcuni servizi (cfr art.243, co. 6 lett.b TUEL e principio contabile n.3 per gli enti locali). Richiama l’attenzione sulla integrazione introdotta dal legislatore all’art.227 TUEL che ha esteso, nel caso di ritardata approvazione del rendiconto, la stessa procedura di cui al comma 2, dell’art.141 TUEL prevista per il ritardo nell’approvazione del bilancio di previsione; • la non coincidenza tra il risultato di amministrazione al 31/12/2015 riportato nel quadro 1.2 del questionario con quello riportato nel quadro 1.2.1, a causa dei disallineamenti derivanti dal fondo cassa del tesoriere, a partire dall’anno 2012. Non risulta in tal modo neppure pienamente verificabile l’andamento e la sostenibilità del piano di rientro fissato con la deliberazione n.16 del 31 agosto 2015; • un fondo cassa pari a zero nel sistema SIQuEL e negativo dal sito della finanza locale ad inizio anno e a fine anno; • un basso grado di riscossione delle entrate, in particolare per il recupero evasione IMU; • una ingiustificata discrasia tra accertamenti e impegni dei servizi in conto terzi. Dispone la trasmissione della deliberazione al Consiglio Comunale, al Sindaco e all’Organo di revisione del suddetto Ente.
3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 48/2018/FRG (PDF,650KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 48/2018/FRG (PDF,650KB) in Nuova Finestra
RENDICONTO ESERCIZIO 2017 GRUPPO “Il Molise di Tutti”. La Sezione, in relazione alle verifiche effettuate, dichiara non regolare il rendiconto del gruppo relativo all’esercizio 2017 limitatamente al pagamento di sanzioni pecuniarie per ravvedimento operoso IRPEF per versamenti riferiti al 2016, per un importo di € 11,10, come risulta in maniera inequivoca dal codice tributo riportato sul modello F24. In effetti, il "ravvedimento operoso", disciplinato dall’art.13 del D.Lgs. n.472/472 e modificato dagli artt.15 e 16 del D.Lgs. 24 settembre 2015, n.158, contempla la possibilità regolarizzare versamenti di imposte omesse o insufficienti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni. Dispone che copia della deliberazione sia trasmessa al Presidente del Consiglio regionale.
3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per le Marche - Delibera n. 23/2018/PAR (PDF,565KB) 3 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per le Marche - Delibera n. 23/2018/PAR (PDF,565KB) in Nuova Finestra
Comune di Maltignano, richiesta di parere in materia di qualificazione della spesa per sorte capitale, rivalutazione ed interessi derivante dal riconoscimento di debito fuori bilancio conseguente a sentenza di condanna al risarcimento di danni per aree illecitamente espropriate ed irreversibilmente trasformate. In particolare, l’Ente chiede se possa riconoscersi natura di spesa d’investimento al risarcimento comprensivo di interessi e rivalutazione dovuto nei casi di “accessione invertita”. Secondo la Sezione, la spesa destinata al risarcimento del danno conseguente ad accessione invertita è riconducibile alla nozione di spesa di investimento; anche la rivalutazione e gli interessi maturati fino al deposito della sentenza hanno natura di spesa di investimento.
2 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 100/2018/VSGO (PDF,209KB) 2 maggio 2018 - Sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna - Delibera n. 100/2018/VSGO (PDF,209KB) in Nuova Finestra
La deliberazione concerne l’esame del provvedimento di revisione straordinaria delle partecipazioni societarie adottato dalla Provincia di Ravenna, in adempimento alla previsione di cui all’art. 24, comma 3, del testo unico in materia di società a partecipazione pubblica di cui al d.lgs. 19 agosto 2016, n. 175. Nel documento sono evidenziate le criticità riscontrate con distinto riferimento alle diverse partecipazioni societarie possedute. In particolare viene segnalato come, per effetto del conferimento di società partecipate (la cui attività rientrava nei compiti istituzionali delle province) in una società holding facente capo ad un comune, la Provincia si sia trovata ad avere ulteriori partecipazioni (indirette) estranee alle funzioni. L’Ente viene invitato conseguentemente ad assumere le iniziative necessarie a rimuovere tale situazione. Inoltre, nel caso di società con capitale prevalentemente pubblico, viene evidenziata la necessità di iniziative volte a formalizzare l’eventuale esistenza del controllo pubblico congiunto o a valorizzare la partecipazione raggiungendo i necessari accordi con gli altri soci pubblici. Discende dalla possibile sussistenza del controllo pubblico l’obbligo di adeguare gli statuti alle specifiche previsioni contenute nel testo unico.
26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 47/2018/FRG (PDF,263KB) 26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 47/2018/FRG (PDF,263KB) in Nuova Finestra
RENDICONTO ESERCIZIO 2017 GRUPPO “UNIONE PER IL MOLISE FRATTURA PRESIDENTE” - La Sezione, in relazione alle verifiche effettuate, dichiara non regolare il rendiconto del gruppo relativo all’esercizio 2017 limitatamente alla somma di €.2.750,00 relativa a contratto di locazione ad uso abitativo di natura transitoria stipulato dal capogruppo per un immobile sito in Campobasso in data 07/10/2015 e rinnovato fino al 06/10/2017, rispetto cui richiama integralmente le valutazioni già espresse con deliberazione n.118/2017 relativamente al rendiconto 2016. Per quanto riguarda, poi, l’archiviazione del procedimento penale n.1506/17 per il reato di cui all’art. 314 c.p. va ribadita l’assoluta autonomia della verifica condotta dalla Corte sui rendiconti dei gruppi consiliari rispetto al procedimento penale instaurato nei confronti del capogruppo, Come dalla violazione delle regole contabili e da eventuali illegittimità amministrative non discende automaticamente l’accertamento di una responsabilità penale, così dal provvedimento di archiviazione in sede penale (peraltro non ancora intervenuto nel caso di specie) non deriva l’acclarata legittimità e correttezza dei connessi aspetti contabili ed amministrativi e dei relativi comportamenti Dispone che copia della deliberazione sia trasmessa al Presidente del Consiglio regionale nonché alla competente Procura Regionale della Corte dei conti.
26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 46/2018/FRG (PDF,294KB) 26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Deliberazione n. 46/2018/FRG (PDF,294KB) in Nuova Finestra
RENDICONTO ESERCIZIO 2017 GRUPPO “Partito Democratico” - La Sezione, in relazione alle verifiche effettuate, dichiara non regolare il rendiconto del gruppo relativo all’esercizio 2017 per i motivi che seguono: • il rendiconto non risponde alle prescrizioni di cui all’art.3 del D.P.C.M. 21/12/2012 e dell’art.8, comma 4, della L.R. n.20/1991 in ordine alla necessaria conformità delle copie all’originale. Anche la documentazione inoltrata ad integrazione di quella allegata al Rendiconto non è resa in copia conforme; • l'importo del fondo cassa degli esercizi precedenti riportato nel prospetto di rendicontazione, pari ad € 48,83, risulta errato poiché dal prospetto del rendiconto precedente risulta un fondo cassa pari ad € 68,83, importo esposto anche quale importo “avere” al 01/01/2017 dall'estratto conto della BCC Gambatesa; • errore nel bonifico relativo allo stipendio del mese di settembre 2017 di C.C.: la busta paga espone un importo di € 511,00 mentre è stato disposto un bonifico di € 525,15. Ne consegue la non rendicontabilità dell’importo di € 14,15;
26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 45/2018/FRG (PDF,386KB) 26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per il Molise - Delibera n. 45/2018/FRG (PDF,386KB) in Nuova Finestra
RENDICONTO ESERCIZIO 2017 GRUPPO “MISTO”. La Sezione, in relazione alle verifiche effettuate, dichiara non regolare il rendiconto del gruppo relativo all’esercizio 2017 limitatamente all’importo di € 64,00, corrisposto per sanzioni dovute a ritardato pagamento dei contributi dovuti al Sig. Angelo Bucci, sanzione pecuniaria che non può essere legittimamente ricondotta alle spese di funzionamento del Gruppo essendo state palesemente generate da un comportamento non del tutto regolare. Dispone che copia della presente deliberazione sia trasmessa al Presidente del Consiglio regionale.
26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per la Toscana - Delibera n. 28/2018/RQ (PDF,880KB) 26 aprile 2018 - Sezione regionale di controllo per la Toscana - Delibera n. 28/2018/RQ (PDF,880KB) in Nuova Finestra
Deliberazione e referto allegato concernente la verifica delle tipologie delle coperture adottate nelle leggi della Regione Toscana nel 2017 e delle relative tecniche di quantificazione degli oneri
26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Deliberazione n. 8/2018/INPR (PDF,934KB) 26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Deliberazione n. 8/2018/INPR (PDF,934KB) in Nuova Finestra
Linee guida per la relazione dei revisori dei conti dei comuni, delle città metropolitane e delle province sui bilanci di previsione 2018-2020 per l’attuazione dell’art. 1 comma 166 e seguenti della legge 23 dicembre 2005 n. 266.
26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Deliberazione n. 7/2018/QMIG (PDF,304KB) 26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Deliberazione n. 7/2018/QMIG (PDF,304KB) in Nuova Finestra
Oneri contributivi forfettari in favore degli Amministratori locali che svolgono attività libero professionale. (Art. 86, comma 2, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (TUEL)
26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Delibera n. 6/2018/SEZAUT/QMIG (PDF,334KB) 26 aprile 2018 - Sezione delle Autonomie - Delibera n. 6/2018/SEZAUT/QMIG (PDF,334KB) in Nuova Finestra
Incentivi per funzioni tecniche e trattamento economico accessorio (art. 113, d.lgs. 50/2016 - art. 1, co. 526, legge 27 dicembre 2017, n. 205)
26 aprile 2018 - Sezione delle autonomie - Deliberazione n. 5/2018/INPR (PDF,1.85MB) 26 aprile 2018 - Sezione delle autonomie - Deliberazione n. 5/2018/INPR (PDF,1.85MB) in Nuova Finestra
Linee guida per l’esame del piano di riequilibrio finanziario pluriennale e per la valutazione della sua congruenza (art. 243-quater, TUEL)